Come l’hai svezzato?

Sonia Peronaci è la creatrice del blog GialloZafferano.it, il sito web di cucina più conosciuto in Italia. Dalla sua nascita, nel 2006, è cresciuto al punto da diventare uno dei più letti del web, con visite ogni giorno di circa un milione di utenti. Sono poi nati i libri e una trasmissione tv su FOXLife. La strada che ha portato Sonia a diventare la regina delle blogger nasce da bambina, nel ristorante di famiglia dove scoppia la passione per la cucina. Ma Sonia non è solo un’imprenditrice 2.0, è anche la mamma di tre ragazze di 29, 24 e 18 anni. Chi meglio di lei, che con la cucina ha a che fare quotidianamente e che con simpatia entra sempre nelle case per aiutare a ricordare gli ingredienti e i passaggi di quelle ricette che ci siamo dimenticati, può parlare di come ha affrontato lo svezzamento e dei primi esperimenti con le pappe?

Chiudi gli occhi e ritorna bambina. Qual è il profumo e il sapore del primo piatto che ti viene in mente? Raccontaci il tuo comfort food. “Se chiudo gli occhi e ripenso a un piatto della mia infanzia, il primo che mi viene in mente e a cui tengo di più sono sicuramente gli spatzle conditi con l’erba cipollina. Mia nonna, austriaca, li preparava durante le vacanze. Sono gnocchetti di farina e uova che condiva con abbondante burro, parmigiano ed erba cipollina. Un piatto molto semplice, adatto anche ai bambini. Questo è il sapore e il gusto della mia infanzia, che ancora oggi amo preparare e che in redazione cuciniamo spesso quando arriva qualche ospite all’ultimo minuto”.

Qual è stato il primo piatto che hanno mangiato le tue figlie? Erano delle piccole gourmet? “Ho tre figlie. La prima e la terza non mi hanno creato mai problemi col cibo. Valentina, la seconda, da piccola era più difficile, così per invogliarla a mangiare cercavo di variare molto i piatti, ruotandoli per non essere monotona. Vedendo le sorelle mangiare di gusto anche lei si sentiva invogliata a farlo. Ho sempre evitato di forzarla, per me era ed è tuttora il modo per ottenere l’esatto contrario. Con un po’ di pazienza, certo non subito, sono riuscita a farle assaggiare praticamente tutto. E ora mangia qualsiasi cosa”.

Chi si è occupato dello svezzamento delle tue figlie? “Sono stata io. In quel periodo ero a casa e avevo parecchio tempo da dedicare alla preparazione delle pappe e dei piatti per le mie bambine. Cercavo nuove ricette e variavo molto i menu”.

Ci puoi regalare la ricetta preferita delle tue figlie? “Probabilmente il piatto preferito da tutte e tre – quello che sia da piccole che oggi le fa correre a tavola – è lo spezzatino di carne con il sugo accompagnato dal purè di patate. Rigorosamente con il cratere da riempire di sughetto! Anche se sono cresciute, basta dire che c’è quello e tornano tutte a casa di corsa”.

[Silvia Garda]

Iscriviti alla newsletter

X