I taralli: buoni e divertenti

Fare i taralli in casa è un’attività divertente da fare con i bambini, per avere sempre pronto qualcosa di buono da sgranocchiare tra il pranzo e la cena 

Ingredienti

Farina – 1kg

Lievito – 20gr

Olio EVO – 200gr

Vino Bianco – 200ml

Sale – 30gr

Semi finocchio – qb

Acqua tiepida – qb

Procedimento

Armatevi di pazienza ed esercitate i muscoli delle braccia. Non bisogna usare la planetaria: l’impasto deve diventare “modellabile” e quindi non troppo molle. 

Nonostante il lievito, il procedimento non prevede tempi di lievitazione.

Mettere a riscaldare sui fornelli una pentola di dimensioni medio-grandi piena per 3/4 di acqua poco salata.

Disporre la farina sulla spianatoia e creare un vulcano dal cratere bello ampio da allargare con vino bianco, olio e lievito sbriciolato finemente. 

Cospargere l’impasto con un pugno di semi di finocchio. 

Amalgamare quello che avete sulla spianatoia e quando il tutto starà insieme iniziate ad impastare energicamente, con movimenti ampi, stracciando d ricomponendo l’impasto e aggiungendo di volta in volta l’acqua tiepida per ammorbidirlo. 

Aggiungere il sale nelle pieghe dell’impasto e continuate a lavorarlo.

Quando l’impasto inizierà ad essere ben amalgamato, creare una palla e testatene la consistenza. (Provate ad affondare dentro un dito e, una volta tolto, l’impasto dovrà mantenere la nuova forma).

Non deve essere troppo dura né troppo molle. Se è ancora troppo duro bagnatelo con molta moderazione per non rischiare di renderlo troppo morbido.

Ora si può iniziare a dare la forma ai taralli. 

Staccare dall’impasto pallette più piccole di massa e lavorarle stendendole, allungandole creandone delle trafile quanto più omogenee, i famosi “salsicciotti”. 

Tagliate la trafila in pezzi di 15cm circa e date la forma circolare finale facendo una buona pressione sul punto di chiusura del tarallo.

Ora potete accendere il forno a 180/200 gradi e seguire con cura i seguenti passaggi che renderanno i vostri taralli fragranti e friabili.

Quando avrete dato forma ai vostri taralli preparatevi a bollirli. 

Stendere sul tavolo o sul piano di lavoro vicino ai fornelli dei panni umidi ben strizzati, e immergere nell’acqua bollente 8 o 10 taralli per volta. Una volta immersi andranno sul fondo della pentola, e una volta risaliti in superficie tirarli fuori con una bagnarola e adagiarli sui panni umidi.

Una volta bolliti tutti, disporre i taralli bolliti su una teglia rivestita di carta forno e infornateli fino a quando li vedrete dorarsi piacevolmente.

Leggi anche –> Tortine dal cuore morbido senza glutine e senza burro 

Iscriviti alla newsletter

X