Una merenda nel verde: gite fuori porta in giro per il Piemonte

Dove andare per un gelato, o picnic, a contatto con la natura e gli animali? Ecco sei posti che meritano una gita fuori porta in giornata con bambini, dove fare il formaggio, mangiare il gelato in un castello o giocare con una cucina di fango

Dopo quasi due mesi di lockdown, i bimbi si sono meritati un pomeriggio all’aria aperta. Scegliere un’agrigelateria o un parco esperienziale fuori città può rivelarsi un’ottima alternativa ai parchi cittadini affollati. Dove possiamo andare? Ecco alcune strutture che hanno riaperto e le attività che propongono per la stagione estiva.

Dormire sotto le stelle

Valli Unite è il luogo per eccellenza per chi vuole provare il vero turismo rurale. Qui si mangiano piatti preparati con prodotti della terra e si fa agricampeggio per dormire sotto le stelle. 

Nel fine settimana vengono proposti laboratori adatti a tutti per imparare dalla natura e in mezzo alla natura: c’è il ‘giocabosco’, il laboratorio di pane, e quello sulle api e tantissime altre proposte. 

Da Valli Unite si può andare per una gita in giornata oppure per un weekend intero.

Valli Unite – Cascina Montesoro, Costa Vescovato (AL)

agricampeggio

Dodici stazioni e una cucina di fango

A Baldissero d’Alba, sulle colline del Roero, è nato un progetto che permette ai bambini di parare attraverso l’esperienza nella natura.

Si chiama Le Colline di Giuca ed è un parco didattico esperienziale, aperto alle scuole ma anche alle famiglie. 

Il parco al suo interno precede un percorso – agibile anche con passeggini – dove i bimbi  incontrano dodici stazioni di gioco tutte dedicate alla presentazione del territorio e dei suoi prodotti. Il percorso viene effettuato in completa autonomia dalle famiglie in visita e all’ingresso viene fornita una cartina riportante il percorso e delle palline da gioco.

Nel parco c’è il Bosco delle erbe segrete, e quello dei Castagni, un prodotto tipico di queste colline.  Un percorso botanico per conoscere gli alberi, che passa attraverso la balconata delle querce, per ammirare la maestosità di questi meravigliosi alberi, il frutteto e l’orto.

Tutti i bambini impazziranno per la novità dell’anno. la cucina di fango , una vera cucina in mezzo alla natura per giocare a cucinare i prodotti della terra. 

Infine, troverete aree di sosta con sedie e tavolini per consumare pranzo o merenda al sacco.

Il parco è aperto dal 1 giugno, la prenotazione è obbligatoria  per verifica disponibilità telefonando al 3351301912.

Località Sigola 36, Baldissero d’Alba (CN) 

parco esperienziale

Un cono in fattoria

A Pianezza riapre la Fattoria del gelato, agrigelateria nata grazie all’impegno di una storica famiglia di allevatori di Pianezza. 

Ci sono 90 mucche, che producono latte a sufficienza per yogurt e gelati ai gusti di stagione.

Il gelato si gusta in compagnia di numerosi animali da cortile, pony e asinii, e per chi ha a disposizione qualche bottiglia è possibile riempirla di latte crudo alla spina.

Il grande parco giochi, recintato e immerso nel verde, non è ancora accessibile al pubblico ma lo sarà non appena le condizioni lo permetteranno.

Aperto tutti i giorni di primavera, estate e inizio autunno, da mattina a sera, tranne il lunedì.

Via grange 44, Pianezza (TO)

agrigelateria pianezza

Facciamo il formaggio

Cosa c’è di più nutriente di una merenda a base di formaggio dopo aver fatto una visita alla stalla? Da Cascina Ranverso è possibile stare all’aria aperta, vedere gli animali e diventare mastri formaggeri. Il laboratorio ‘Esperienza Formaggio’ vi insegna a realizzare da voi tomini freschi, ricotta oppure tomini agli aromi. Ovviamente una volta preparati potrete mangiarli o portarli via.

Considerate due ore per la visita e l’attività. Laboratorio su prenotazione. 

Strada degli Abay 36, Buttigliera Alta (TO)

fare il formaggio

Un gelato tra le ciliegie

A Pecetto, tra gli alberi di ciliegie, c’è la gelateria Rivoglio, che ha riaperto le porte alle famiglie il 23 maggio. Un luogo speciale immerso nella natura che nasce dalla passione di Marco Rosso, mastro gelatiere, e della sua famiglia, che da anni porta avanti con dedizione una piccola azienda agricola. Perfetto per le famiglie e totalmente accessibile, è il luogo ideale per una merenda a base di succo di ciliegia e gelato genuino: la frutta utilizzata viene raccolta ogni giorno nel frutteto adiacente. Nel grande spazio è possibile giocare all’aria aperta e coccolare gli animali.

Str. Chieri 35, Pecetto Torinese (TO)

agrigelateria Torino

Un gelato al castello

L’atmosfera da favola di uno dei presidi storici più antichi del Monferrato, il Castello di San Giorgio, ospita un presidio Slow Food, ovvero uno dei 200 gelati migliori in Italia. Le coppe sono preparate sul momento da Jgor, proprietario dell’agrigelateria Panarotto di Mombello. 

Il castello vanta più di mille anni di storia e domina le colline circostanti grazie alla stupenda vista dal giardino pensile e dalla terrazza. Qui è possibile degustare prodotti del territorio, dal vino ai formaggi, dalle marmellate ai Mieli e tanto altro. 

Via Gozani di San Giorgio 16, San Giorgio (AL)

agrigelaterie piemonte

 

Leggi anche –> Il Giardino Botanico di Oropa, un’oasi del WWF tutta da esplorare

[codepeople-post-map id="102201"]

Iscriviti alla newsletter

X