Natale a Torino e dintorni

da | 8 Dic, 2021 | Attrazioni, Dove Andare, Eventi, Sagre e Festival, Spettacoli

Sono tante le iniziative legate al Natale da non perdere: da Torino a Cuneo, dalla grotta di Babbo Natale ai fumetti natalizi

La Grotta di Babbo Natale va a Stresa 

Visitare Stresa è già bellissimo, ma quest’anno potrebbe esserlo ancora di più perché in città si trasferisce la storica Grotta di Babbo Natale di Ornavasso. La manifestazione, amatissima dai bambini, bella e curata, permette di incontrare i personaggi del Natale e quest’anno si arricchisce di nuovi allestimenti e di una nuova avventura. Tutti gli eventi sono accessibili senza attese e sono garantiti anche in caso di maltempo perché al coperto.

Chi vuole approfittare della visita alla Grotta per concedersi un weekend in questo splendido angolo del Piemonte, tra il Lago Maggiore e il Monte Rosa, troverà pacchetti che comprendono l’alloggio in hotel a prezzo convenzionato, il biglietto scontato valido due giorni e la possibilità di abbinare alla visita anche escursioni e crociere sul Lago. Insomma, tutto quel che serve per rendere speciali queste feste! Informazioni e prenotazioni su grottadibabbonatale.it

IllumiNatale a Cuneo

Dall’Immacolata alla Befana, la scia luminosa di una cometa abbraccia il cuneese, con tante manifestazioni ispirate alla luce. Le luci si accenderanno mercoledì 8 dicembre, con il funambolo Andrea Loreni che attraverserà Piazza Galimberti su un cavo illuminato e sospeso a 15 metri dal suolo (alle 18.30). Per tutta la giornata e nei weekend successivi, Cuneo accoglie i visitatori con i mercatini di Natale, l’accensione di 130 alberelli nella piazza ex Foro Boario, la carrozza trainata da cavalli con Babbo Natale, tanti concerti, zucchero filato in omaggio, un maxi Babbo Natale alto 10 metri tutto luminoso, la Babbo Run (corsa non competitiva di 5 km per bambini e famiglie) laboratori, antichi mestieri e tante altre dolcezze. A Capodanno concerto in piazza con le fontane luminosi danzanti, in un mix di acqua e fuoco. Tutti gli eventi sono gratuiti.

Dettagli e informazioni su Cuneoilluminata.eu

eventi natale

Cosplay e fumetti natalizi

L’11 e il 12 dicembre a Lingotto Fiere di Torino si tiene la settima edizione di Xmas Comics and Games. Fumetti, giochi, videogames, cosplay e creator si riuniscono per una grande festa di Natale.

Due giorni di festa con un’ampia area espositiva dove si trovano in vendita fumetti, gadget, oggetti da collezione e costumi, un palco dedicato alle competizioni cosplay e al karaoke, uno spazio per gli gli amanti dei giochi di ruolo e da tavolo, numerose postazioni all’avanguardia per il videogaming, con tornei e giochi in freeplay e infine un’area entertainment con riproduzioni di scenari e costumi di film, combattimenti con spade laser ed escape room. Non mancheranno ospiti di fama nazionale e internazionale e workshop di disegno. Ingresso a tariffa speciale per i cosplayer. Info su www.xmascomics.it.

eventi natale torino

Lo Schiaccianoci 

Cos’è Natale senza il balletto dello Schiaccianoci? L’opera russa del compositore Cajkovskij è orecchiabile e facile per tutti, anche per bambine e bambini che, vestiti bene, ameranno la Fata dei Confetti e il Principe Soldatino. Quest’anno il balletto è in programma al Teatro Alfieri, dal 4 al 15 dicembre, nell’esecuzione del Balletto del Teatro Nazionale dell’Opera di Kiev, con l’Orchestra del Regio e il Coro di voci bianche.

Un altro concerto-laboratorio prevede uno speciale Schiaccianoci per violino e pianoforte, dedicato a un pubblico dai 5 ai 14 anni. Appuntamento sabato 11 e domenica 12 dicembre, con due repliche, alle 15.30 e alle 17.30, presso Sala Scicluna, via Martorelli 78 a Torino. Iscrizione con WhatApp al 347 4002314. 

Infine, con il talento dei giovani allievi della Scuola di Ballo dell’Accademia Teatro alla Scala, il nostro classico intramontabile trova una versione fresca, gioiosa e poetica al Teatro Strehler di Milano, dal 14 al 22 dicembre.

teatro torino

Pubblicità
Pubblicità

I più letti

I più letti

Non chiamateli capricci!

Come affrontare queste espressioni di emozioni forti, che ancora chiamiamo “capricci”? Lo spiega Silvia Iaccarino, formatrice e psicomotricista