Il mare low cost: le più belle spiagge economiche d’Italia

da | 16 Giu, 2022 | In Viaggio, Lifestyle, Viaggi

Esistono spiagge economiche sul litorale italiano? Ecco alcune località che vantano un bellissimo mare, poco affollate e dove non si spende una follia

Viaggiare non ha prezzo, ma se le mete sono pure economiche ancora meglio! Le vacanze low budget sono uno stile di vita, a volte, e non solo un’esigenza. Spendere poco non significa accontentarsi, anzi, spesso le spiagge economiche sono quelle meno gettonate e tutte da esplorare.

Framura, Liguria

Framura è un piccolo bellissimo borgo, a ridosso delle Cinque Terre. È meno famoso dei paesini vicini, ma non per questo meno bello, sicuramente meno affollato e anche meno caro. La stazione lo rende comodo anche come base per spostarsi lungo la costa. Il paesino si sviluppa in verticale su cinque borghi collegati da una ciclabile e da una pedonale che passa in mezzo alle casette curatissime, piena di gradini ma piacevole da percorrere.

Framura ha due spiagge: quella subito sotto la stazione e una verso Deiva Marina, a cui si accede a piedi. Poco più in alto della costa c’è anche un piccolo parco giochi. Oltre che dalla linea ferroviaria, Framura è collegata a Bonassola e Levanto da una pista ciclo-pedonale lunga 5 km, che inizia sopra il porticciolo, vicino alla stazione, e termina a Levanto, nella zona di Valle Santa. Lungo la ciclabile, che attraversa le vecchie gallerie ferroviarie, si aprono spettacolari affacci sul mare e si può accedere a diverse calette di mare cristallino.

framura liguria

Maratea, Basilicata

La Basilicata è una regione sempre più apprezzata perché racchiude tutto: tradizione, buon cibo, montagna e bellissimo mare. La costa meno battuta, forse perché meno comoda da raggiungere e meno servita, è quella tirrenica, su cui spicca la splendida Maratea. Il suo Redentore alto 22 metri, secondo per altezza solo a quello di Rio de Janeiro in Brasile, domina il breve tratto di costa lucano (sono appena 30 km), che però merita assolutamente una visita.

Le calette sono piccole, raccolte, con un mare incredibile. Le spiagge di sabbia, pietre e sassi, si raggiungono da piccoli sentieri e gradinate piuttosto comode (ma difficili in passeggino). L’acqua è limpidissima, coi colori che cambiano a seconda dello sfondo, con grotte, rocce e montagne subito alle spalle.

Le spiagge sono spartane, e da poco si sono attrezzate di qualche stabilimento e chiosco. Si raggiungono con il pullman che servono la litoranea oppure in treno scendendo alla stazione di Marina di Maratea; in ogni caso per girare bene la costa e tutta la regione si consiglia l’automobile o, per i più sportivi, la bicicletta.

spiagge Basilicata

La Riserva naturale di Punta Aderci, Abruzzo

Anche l’Abruzzo è una di quelle regioni che sta avendo un momento di grande popolarità. D’altronde non ha davvero nulla da invidiare alle mete più conosciute. Da non perdere, sulla costa sud, non lontano da Vasto, la  Riserva Naturale di Punta Aderci, un paradiso naturale tra montagna e mare, con spiagge mozzafiato, incontaminate, che profumano di finocchietto, mirto e giglio marino, dune e boschi. La Riserva si estende lungo la costa adriatica per oltre 285 ettari: parte dalla spiaggia di Punta Penna e arriva fino alla foce del fiume Sinello.

Su questo tratto, le spiagge più belle sono Punta Penna, da cui si può possibile risalire fino alla sommità della falesia e arrivare fino il promontorio di Punta Aderci. La spiaggia dei Libertini è raggiungibile sia via mare che scendendo un sentiero di gradini dal promontorio; mentre la spiaggia di Punta Aderci è una caletta appartata per chi preferisce evitare la folla (comunque rara da queste parti).

La spiaggia di Mottagrossa è un’enorme distesa di ciottoli e mare turchese, da vedere assolutamente. La Riserva è aperta ai visitatori tutto l’anno e l’accesso è libero: anche i più pigri non si pentiranno delle brevi camminate dopo essere arrivati a riva.

spiagge Abruzzo

Spiaggia Is Arutas, Sardegna

Is Arutas in sardo significa “Le Grotte”. Questa incantevole spiaggia si trova a 13 chilometri dal centro di Cabras, in provincia di Oristano. È detta anche “spiaggia dai chicchi di riso” poiché si compone di piccoli granelli di quarzo che cambiano colore a seconda della luce. La vista panoramica della spiaggia è incredibile e quasi accecante: è priva di vegetazione, quindi molto assolata e brillantissima.

Il fondale diventa subito profondo, ideale per lo snorkeling e, nelle giornate di vento, apprezzatissimo per gli amanti del windsurf. I bambini ameranno queste sfumature di colore, ma avvertiteli bene: i chicchi di quarzo non si possono portare a casa per ricordo, si rischia una multa molto salata, perché non si può modificare nemmeno in minima parte l’ambiente. 

sardegna spiagge

Arco magno, Calabria

La Calabria è economica (e incantevole) in diversi tratti, ma c’è un punto di estrema bellezza alle porte settentrionali della regione. È la spiaggia dell’Arcomagno a San Nicola Arcella, piccolo comune in provincia di Cosenza. La spiaggia dell’Arcomagno ha tantissimi nomi: è nota anche come la spiaggia di Enea o come Grotta del Saraceno, poiché questo angolo di paradiso fu un punto di attracco dei Saraceni diretti in Italia.

È una piccola laguna lunga circa 25 metri protetta da un arco di roccia che la rende unica nel suo genere e incredibilmente suggestiva al tramonto. La caletta si raggiunge via mare, anche solo con un gommone a remi su cui caricare i più piccoli, o percorrendo un sentiero selvaggio di rocce scoscese. La sabbia di piccoli ciottoli e l’acqua cristallina del mare sono la giusta ricompensa a tanta fatica fatta per arrivarci e la foto con la cornice della grotta è d’obbligo.

Calabria spiagge

Marina di Camerota, Campania

In Cilento, Marina di Camerota vanta delle spiagge stupende e dei prezzi, sia per pernottare che per mangiare, davvero competitivi. Cala Bianca è considerata una delle spiagge più belle d’Italia, di ciottoli bianchi, come suggerisce il nome. Nascosta tra le insenature, si raggiunge a piedi o via mare. Più comoda per le famiglie che viaggiano coi bambini è Spiaggia Calanca, larga e amplia, con la sabbia fine e il mare pulito e turchese.

La spiaggia è delimitata da scogliere rocciose e il fondale scende in modo graduale. La spiaggia di Lentiscelle è altrettanto grande e comoda, di sabbia dorata mista a ghiaia e acqua cristallina ma con fondale alto. Ancora, Cala degli Infreschi è una delle spiagge più famose di tutto il Cilento, con l’acqua dalle sfumature che solo il Mediterraneo può regalare. Ci si arriva però solo con un percorso di trekking impegnativo o via mare.

 

Pubblicità
Pubblicità

I più letti

I più letti

Non chiamateli capricci!

Come affrontare queste espressioni di emozioni forti, che ancora chiamiamo “capricci”? Lo spiega Silvia Iaccarino, formatrice e psicomotricista