Abetone d’autunno e vacanze con i bambini nel Pistoiese

Approfittiamo delle giornate ancora tiepide e limpide di ottobre per goderci qualche bella passeggiata all’aria aperta insieme ai bambini. Una meta adattissima per gite in famiglia è la montagna pistoiese con i suoi facili percorsi immersi nelle meravigliose faggete alle pendici dell’Abetone. Pernottare in zona consente di aggiungere all’esperienza alcune note piacevoli, come la sosta in un agriturismo incantevole e l’acquisto dei formaggi del pastore.

 

Una foresta da giocare

Prima tappa della nostra gita è il paese di San Marcello Pistoiese, che nasconde un’insospettata attrattiva da brivido, molto gradita ai bimbi avventurosi. Uscendo dall’abitato, sulla sinistra, si può imboccare la passerella pedonale che collega i due versanti della montagna, attraversando il torrente Lima con ben quaranta metri di aria sotto i piedi. Il ponte sospeso è bello robusto ma balla un pochino soprattutto nella parte centrale della traversata, lunga in totale oltre duecento metri.

Nella piazza centrale del paese si trova la biblioteca comunale (aperta sabato mattina fino alle 12.30) dove una signora olandese, espertissima di trekking, fa le veci dell’ufficio informazioni. I sentieri più indicati per i bambini sono quelli di Pian di Novello che si raggiunge proseguendo per l’Abetone. Dal parcheggio grande appena sopra il paese inizia il percorso nelle faggete della riserva naturale biogenetica di Pian di Novello, un sentiero adatto a tutti e molto suggestivo in autunno, lungo il quale si incontra, dopo appena un chilometro, un parco artistico con opere ludiche e interattive in mezzo alla foresta chiamato “A tempo di gioco nell’orto di Giovannino”. Il sentiero è lungo 15 km, ma ci si può fermare a meno di 3 km dal punto di partenza, dove si innesta l’anello e si trovano una sorgente e un barbecue (e un rifugio normalmente chiuso). Questo primo tratto si percorre facilmente con i bambini anche in mountain bike.

 

Il laghetto con il rifugio

Un sentiero più impegnativo ma di grande soddisfazione, percorribile con ragazzini grandicelli, è quello che conduce al Lago Nero. In questo caso si continua in auto dal parcheggio fino oltre l’orto botanico (che si può visitare al ritorno), indicato sulla sinistra in corrispondenza di una curva molto stretta. Lasciata la macchina alla sbarra, si cammina tra gli alberi lungo un sentiero ben segnato, tutto in salita. L’impegno verrà premiato all’uscita dal bosco in una bellissima conca con un piccolo lago a quota 1730. Nei pressi si trova un rifugio dove si può restare a dormire (con sacco a pelo) o semplicemente fermarsi per bere qualcosa di caldo. Gestito da volontari del CAI, è spesso aperto nel fine settimana, ma occorre prenotare per la notte chiamando il 393 9067933 (Paolo). La posizione è bellissima e diventa magica con la neve, quando si sale con le ciaspole. Le descrizioni dei sentieri si trovano su www.pistoiaturismo.it.

 

Delizie di bosco

Per una pausa ristoratrice dopo la camminata, una destinazione molto adatta alle famiglie è l’agriturismo Il Volpino a Pian degli Ontani (www.agriturismoilvolpino.it). La posizione è splendida: una terrazza sulla valle aperta e soleggiata, circondata da castagneti. Il bel giardino è attrezzato con giochi e tavoli (oltre a una piscina sul retro per l’estate), tutte presenze molto discrete che non disturbano il paesaggio incantevole. Le camere sono accoglienti e ospitano letti aggiuntivi; prenotando si può chiedere la combinazione di due stanze comunicanti. La cucina è casereccia ma curata e spazia tra le delizie del sottobosco, dalla colazione con marmellata di mirtilli fatta in casa ai funghi che il proprietario raccoglie nelle vicinanze. Verdure e carni sono di produzione propria, come la pasta fresca. In sala ci sono seggioloni, l’accoglienza è calda e gentile, il rapporto qualità/prezzo ottimo.

A tre chilometri dall’agriturismo si possono acquistare ottimi formaggi di capra e pecora direttamente dal pastore (chiedete in loco indicazioni su come raggiungerlo). Questa zona della montagna pistoiese è rinomata per i funghi e per le castagne. A ottobre, nel centro del paese di Cutigliano, si tengono alcune manifestazioni a tema: la Rassegna Micologica e la Rassegna del Fungo fritto, mentre a Pian degli Ontani si svolge la Rassegna di Castanicoltura.

 

Iscriviti alla newsletter

X