Alla scoperta del Chianti family friendly

Alla ricerca di posti da visitare in Toscana? Una bella zona da esplorare con i bambini è senz’altro il Chianti. Lunghe passeggiate nei boschi, tuffi in piscina, giri avventurosi sui luoghi della lotta partigiana.

E, ancora, lezioni di yoga e degustazioni di vino, cene in vigna e pranzi in fattoria, cacce al tesoro e corsi di cucina. Intorno, la verdissima campagna toscana e tutta la bellezza di Firenze a mezz’ora di auto.

È una Toscana inaspettatamente a misura di famiglia quella del Chianti, tra le colline che puntellano il triangolo di territorio compreso tra Firenze, Siena e Arezzo.

Nei luoghi considerati la patria mondiale del più rinomato dei vini, trascorrere una vacanza capace di soddisfare le esigenze dei bambini e allo stesso tempo il bisogno di riposo e svago dei più grandi è, infatti, molto più facile di quanto potreste pensare.

Parola d’ordine per tutti: vita all’aria aperta. E buon mix di relax, sport ed enogastronomia.

Posti da visitare in Toscana

Posti da visitare in Toscana tra arte e natura

Potete partire alla scoperta del Chianti family friendly optando per una soluzione di soggiorno open air. La natura è, infatti, la vera protagonista di una vacanza toscana in campagna, da vivere tra camminate fra boschi e piscine naturali, trekking in mezzo alle balze del Valdarno (le particolari formazioni geologiche del luogo) e giri in bicicletta.

Le passeggiate potrebbero regalarvi incontri inaspettati con i cinghiali del posto e animali meno autoctoni, come i lama di una piccola colonia sfuggiti qualche anno fa da uno zoo del luogo.

Da queste parti non è poi tanto difficile incontrare anche alcune delle star internazionali che del “Chiantishire” hanno fatto negli anni la loro dimora d’elezione. Come Sting, che vive per gran parte dell’anno in una grande tenuta nella campagne di Figline Valdarno e ha anche un negozio nel quale si possono acquistare i prodotti biologici coltivati dalla sua azienda e il vino che porta il nome delle sue canzoni più celebri.

Che decidiate di girare a piedi, in bici o in auto, non potete non fare una sosta tra negozietti, salumerie ed enoteche nei tipici borghi di Radda e Greve in Chianti o tra i resti della fortezza medievale di Montefioralle dalla quale ammirare lo splendido panorama che si apre sulle colline vicine.

E, poi, a pochi chilometri di distanza ci sono Siena, Arezzo, San Gimignano, Pisa, Lucca e, naturalmente, Firenze per una gita all’insegna della cultura. Un modo originale per scoprire la città capoluogo e i suoi curiosi aneddoti è la caccia al tesoro pensata per tutta la famiglia. Un gioco costruttivo e divertente con tanto di premio finale… Se vi fermate fino a sera, potrete fare un tour fotografico in notturna: un fotografo vi aiuterà a cogliere gli scorci più suggestivi della città.

Un pomeriggio in fattoria

A una manciata di chilometri da Figline Valdarno c’è la Fattoria Didattica La Palagina. Qui i bambini possono trascorrere qualche ora in compagnia di Gilda e Raffaele, i maialini di cinta senese padroni di casa. Ma in fattoria ci sono anche conigli, oche, capre, quaglie, pony e i rinomati galli neri, simbolo per eccellenza del Chianti.

I bambini potranno dare da mangiare agli animali, raccogliere (e gustare) le verdure dell’orto e camminare in vigna e nei boschi. Per tutti percorsi sensoriali e laboratori interattivi alla scoperta delle caratteristiche della natura.

E per mamma e papà? La fattoria organizza tour in cantina e degustazioni dei vini che produce. Tra un calice e l’altro, i più piccoli degusteranno succo d’uva e potranno realizzare una personalissima etichetta da apporre su una bottiglia di vino da portare a casa.

Se poi capitate in tempo di vendemmia, quale occasione migliore per dare una mano in vigna e chiudere la giornata con una bella cena sotto le stelle? (Laboratori e attività per bambini dai 3 agli 8 anni, www.facebook.com/fattoriapalagina).

I tour per i più avventurosi

Per famiglie con bimbi più grandi, un’attività di grande divertimento da non perdere è l’action tour in fuoristrada.

Due emozionanti ore (ma ci sono itinerari che durano anche una giornata intera) a bordo di una jeep. Si guadano ruscelli e ci si arrampica tra le rocce lunghe le antiche mulattiere romane nascoste tra i boschi, in luoghi altrimenti inaccessibili.

Tra le tappe più emozionati del tour, quella ai casolari di campagna tra i quali si combatté la guerra partigiana (www.offroadintuscany.com).

E poi, ancora vino

Infine, ancora lui, il grande protagonista di questo angolo d’Italia divenuto famoso in tutto il mondo, il vino.

Non perdete l’occasione per visitare almeno una di queste aziende vinicole, come la storica Lamole di Lamole, che hanno fatto del gallo nero del Chianti uno dei simboli per eccellenza del Made in Italy.

Una bella occasione per scoprire, insieme ai bambini, le mille storie antiche di luoghi, persone e famiglie che possono celarsi dietro una bottiglia di buon vino rosso.

Dove soggiornare

In questo angolo di Toscana c’è un’ampia scelta di sistemazioni a misura di famiglia, tra deliziose pensioncine, campeggi superattrezzati e bed&breakfast di fascino. Noi per il nostro soggiorno abbiamo scelto il Norcenni Girasole Village, per la possibilità di scegliere tra case mobili, piazzole a uso tenda per camper e roulotte, zona glamping e appartamenti in un’antica casa colonica. E poi, per la gioia della nostra bimba, c’era un super parco acquatico, la piscina, il parco avventura e l’animazione. Per noi genitori l’agognata spa e wellness point. (www.humancompany.com).

 

Iscriviti alla newsletter

X