Toscana: l’Atlante dei cammini, per una mobilità slow

da | 1 Ago, 2022 | Green, Lifestyle, Viaggi

“Passo dopo passo, ritrovarsi al crocevia di storie e paesaggi”: i cammini in Toscana anche per bambini

Quando viaggiare è sostenibile, sano e incantevole: i cammini sono il modo più piacevole e slow di scoprire un territorio. Per una famiglia sono anche un modo diverso per passare del tempo di qualità insieme, ritagliare momenti esclusivi tra genitori e figli.

Camminare insieme significa vivere una vacanza senza stress, in cui condividere pensieri e assaporare il gusto della scoperta.

Prendiamo spunto dall’Atlante dei Cammini toscani e partiamo!

L’Atlante dei cammini, per una mobilità slow

Città ricche di arte, borghi che sembrano essersi fermati nel tempo, paesaggi da cartolina e buon cibo, le meraviglie della Toscana non hanno bisogno di presentazioni. Ora le possiamo scoprire a ritmi lenti, percorrendo i percorsi suggeriti dall’Atlante dei cammini, che disegna la rete di mobilità slow della regione. 

E partiamo così, mano nella mano, ogni giorno una meta da raggiungere, ogni tratto del percorso un obiettivo da conquistare: un borgo, un abbeveratoio, un albero particolare, ma anche incontrare le persone che vivono questi luoghi ricchi di storia. 

Una nuova stimolante dimensione di viaggio,, che fa pure bene alla salute e all’ambiente. 

La VIA FRANCIGENA TOSCANA

La via maestra della Toscana 

16 tappe, 394 km

Quello toscano è uno dei tratti più belli dell’antica via che si snoda da Canterbury a Roma, percorsa nei secoli da pellegrini, mercanti, santi e viaggiatori. Un itinerario in 16 tappe che si è sviluppato sulle tracce lasciate dall’Arcivescovo Sigerico, che descrisse il percorso nel suo diario di viaggio, e che ancora oggi riesce ad attrarre, stupire ed emozionare chi lo intraprende. La Via Francigena Toscana ha inizio nei boschi della Lunigiana, tra l’Appennino Tosco-Emiliano e le Alpi Apuane, attraversa la Versilia nell’aria pervasa di salsedine e scende lungo la Piana di Lucca per arrivare in Val d’Elsa e nelle Terre di Siena. Si affaccia poi sulle Crete Senesi e prosegue tra le strade bianche della Val d’Arbia, fino a raggiungere la Val d’Orcia punteggiata di fortezze. Una varietà di paesaggi davvero unica e ben cinque siti Patrimonio dell’Umanità: San Gimignano, Siena, Val d’Orcia, Pienza, Ville e Giardini Medicei (Palazzo di Seravezza).

Gli ostelli monumentali

Per rendere l’esperienza sulle orme dei pellegrini medievali ancor più indimenticabile, è possibile pernottare presso gli ostelli monumentali della Via Francigena Toscana, strutture secolari piene di fascino da sempre votate all’accoglienza. Antichi monasteri, castelli e strutture difensive permettono ai viaggiatori di fare una immersione piena nella storia dell’antica via.

Labirinti e giardini misteriosi

Tra i boschi e i borghi lungo la via si incontrano simboli, racconti e leggende che conferiscono al cammino un’aura mistica e misteriosa. Tra questi, belli da scoprire insieme ai bambini, il labirinto della Chiesa di San Pietro a Pontremoli; quello, divenuto iconico, scolpito sulla Cattedrale di San Martino di Lucca; il “labirinto” di Bottini nei sotterranei di Siena; le geometrie degli Horti Leonini a San Quirico d’Orcia; l’esoterico bosco Isabella di Radifocani con la suggestiva piramide.

LA VIA ROMEA SANESE

Da Firenze a Siena, in cammino tra i filari del Chianti

4 tappe, 90 KM

La Via Sanese, tra le dieci strate et vie maestre del contado fiorentino, è stata per tutto il Medioevo il collegamento più rapido tra Firenze e Siena, di grande importanza nelle vie di pellegrinaggio perché permetteva di raccordarsi alla Francigena e di proseguire verso Roma. Oggi la Via Romea Sanese ripercorre le tracce di quell’antico cammino unendo i centri storici delle due città in un percorso dal fascino unico, lungo strade e mulattiere che lentamente si immergono tra i vigneti e gli oliveti del Chianti classico. Quattro tappe alla portata di tutti attraverso la campagna fiorentina e senese alla scoperta di pievi, badie e borghi medievali. Lungo il percorso si ammirano Sant’Andrea in Percussina e l’Albergaccio di Niccolò Machiavelli; San Casciano in Val di Pesa con i suoi percorsi di arte contemporanea, la torre panoramica del Chianti a San Casciano; i vigneti del Chianti classico; il museo archeologico del Chianti Senese a Castellina in Chianti, il borgo di Fonterutoli.

I cammini dell’Atlante sono sette

la Via Francigena Toscana, la Via Lauretana Toscana, la Via Matildica del volto santo, la Via Romea Germanica, la Via Romea Strata, la Via Romea Sanese, la Via di Francesco in Toscana.  

Per informazioni: www.visittuscany.com/it/cammini/index.html

Atlante dei cammini

Pubblicità
Pubblicità

I più letti

I più letti

Non chiamateli capricci!

Come affrontare queste espressioni di emozioni forti, che ancora chiamiamo “capricci”? Lo spiega Silvia Iaccarino, formatrice e psicomotricista