Losanna delle meraviglie: apre Aquatis, il più grande acquario di acqua dolce d’Europa

C’è fermento a Losanna! La città elvetica è sede di molte avanguardie artistiche e culturali, caratteristica che le ha fruttato nella storia l’appellativo di “città del libero pensiero”. Molti personaggi famosi l’hanno eletta loro dimora per questa sua apertura, ma anche perché si affaccia sullo specchio più grande della Svizzera, il lago Lemano, e lo abbraccia con le sue colline baciate dal sole in un’estate che spesso si prolunga oltre il calendario. Qui visse a lungo, fino alla sua scomparsa, Hugo Pratt; oggi sulla terrazza panoramica di Grandvaux una statua bronzea ricorda Corto Maltese, personaggio emblematico nato dalla fantasia dello scrittore e fumettista veneziano. Corto guarda il lago perché ha intuito che la sorpresa arriverà dall’acqua (ma ha sbagliato direzione).

Scoprire la città in famiglia

Losanna è una città a misura d’uomo che si è sviluppata su tre colline collegate da ponti, tuffa lo sguardo nel blu del lago di Ginevra e lo lancia al di là sulle alpi francesi. La cité medievale è tutta vicoli; è qui che si trova la cattedrale con una torre campanaria da cui si gode di una vista meravigliosa. Secondo un’antichissima tradizione, sul campanile ogni notte la vedetta di Losanna annuncia ai quattro punti cardinali le ore dalle 22 alle 2 di notte. Il centro della città è il paradiso dello shopping e della vita notturna, ma è anche pieno di botteghine. La mattina del mercoledì e del sabato si tiene il mercato. Per un momento di puro relax il parco di Mon-Repos offre un’oasi verde in cui passeggiare alla ricerca delle grandi voliere con gli uccelli esotici. Losanna è una città frizzante, ricca di manifestazioni di ogni genere, dalla danza alle mostre d’arte, alla cucina di Losanne à Table, che si tiene fino a ottobre e coinvolge anche i bambini in sperimentazioni culinarie, picnic giganti e crociere al cioccolato (www.lausanneatable.ch).

Per scoprire Losanna con i piccoli c’è un’app gratuita (al momento in francese, inglese e tedesco), un gioco che in un paio d’ore copre un percorso di 4 km. Si chiama Aquaphobia ed è disponibile nell’App Store o su Google Play. Per vivere appieno l’atmosfera della città sul lago con i bambini, una delle proposte più suggestive è la navigazione con i battelli d’epoca Belle Epoque in partenza da Lausanne-Ouchy. Le tariffe prevedono pacchetti famiglia oltre a crociere tematiche come quella gastronomica a base di fondue (www.cgn.ch). Oppure si può passeggiare sui lungolaghi di Ouchy verso il Museo Olimpico, un museo unico al mondo che conquisterà anche chi allo sport non si è mai interessato grazie a varie simulazioni ed esperienze interattive. Losanna è infatti sede del Comitato Olimpico Internazionale.

Trasporti pubblici gratuiti

A Losanna i trasporti sono svizzeri: un’ottima rete puntuale ed efficiente, con molti mezzi ecologici. Tanto vale lasciare la macchina a casa, anche perché ci si arriva in treno da Milano in tre ore e mezza e dall’aeroporto di Ginevra in 45 minuti. E poi i trasporti sono gratuiti. Sì, avete letto bene: soggiornando in albergo o campeggio si riceve la Lausanne Transport Card che consente di usare gratuitamente e senza limitazioni tutti i mezzi pubblici dell’agglomerato urbano, dintorni inclusi! Inoltre, la card offre sconti su moltissime attività e musei.

Un paio di gite imperdibili con i bambini sono i boschi a nord della città, con il parco e il lago di Sauvabelin, e i vigneti del Lavaux, patrimonio mondiale dell’Unesco per la bellezza del paesaggio, magari abbinati alla visita a qualche cantina.

Aquatis: viaggio nei cinque continenti

Ed eccoci alla sorpresa. Dall’autunno 2017 Losanna ha un’attrattiva in più rivolta alle famiglie, fatta di acqua, terra, innovazione e scienza: in una parola Aquatis. Si tratta dell’acquario-rettilario d’acqua dolce più grande d’Europa, un complesso rivestito di squame luccicanti come un pesce che ci invita a fare un viaggio entusiasmante attraverso i cinque continenti e la loro vita acquatica. Qualche numero per farsi un’idea: 46 acquari, rettilari e terrari, 20 ecosistemi, 100 rettili e 10 mila pesci (e la maggior parte degli animali proviene da altre strutture). L’allestimento è spettacolare con scenografie avvolgenti e interattive. Il primo piano è dedicato all’Europa, cominciando dall’arco alpino; il secondo ci porta in Africa a conoscere i coccodrilli sacri, in Asia per raccontarci l’acqua delle risaie, fino al Pioneer River e la barriera corallina dell’Oceania e all’enorme serra tropicale dedicata alla foresta amazzonica con i pesci giganti e i piranha. Altre star dell’acquario sono il drago di Komodo e il luccio alligatore. Il progetto è nato dal sogno di due biologi francesi e si propone come piattaforma di scambio tra grande pubblico e ricercatori; vuole divertire, appassionare e sensibilizzare il pubblico alla conoscenza e alla protezione delle specie animali e vegetali dell’acqua dolce, meno conosciute delle cugine di mare. L’acqua dolce è pronta alla riscossa, e in grande stile!

Informazioni si trovano sul sito www.lausanne-tourisme.ch.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Iscriviti alla newsletter

X