Colori e mandala per rilassarsi

Chissà perché crescendo abbandoniamo pennarelli e matite: avere un foglio tra le mani su cui tracciare curve e segni per creare un albero e poi una rondine e poi una barca che veleggia tra le onde e la spuma del mare è una meraviglia. E poi sviluppa la nostra creatività, allenta le tensioni e rende più felici. Sulla terrazza, in spiaggia, su un tavolone da picnic tra gli alpeggi: regalarsi un’oasi di coloratissima quiete dà la possibilità di seguire a ritmo slow osservazioni e pensieri. Più rilassante e antistress dell’ennesimo giochino sullo smartphone. Perché qui, finalmente, possiamo staccare gli occhi dallo schermo illuminato.

I mandala

Colorare o disegnare un mandala stimola la fantasia, aiuta a sviluppare l’autostima nelle proprie capacità e regala un senso diffuso di calma e tranquillità. Porta armonia in una sorta di meditazione semplice, pulita e alla portata di tutti. Per realizzare mandala bellissimi servono concentrazione, coordinazione dei movimenti, scelta dei colori. Si possono utilizzare pennelli come gli Aquarellum di Sentosphere, o anche le sabbie colorate come quelle dei Sabbiarelli.

Partire dal centro e colorare verso l’esterno – ci racconta la loro ideatrice Silvia Ancordi – aiuta a ritrovare l’energia per manifestare ciò che siamo senza timore. Come nel Mandala Sole, che ha colori caldi al centro che vanno via via scurendosi fino a diventare cupi come la notte, momento del riposo e della riflessione”.

VEDI ANCHE: Creatività in mandala naturali

Colouring book

Colour therapy, creative therapy, calming art therapy: benvenuti nel mondo degli album da colorare “per grandi”! L’incontro tra mano e inchiostro sa dar vita a un tesoro di pagine da colorare con le matite, con gli acquerelli. Si sogna di rendere realistici i cieli e i tramonti e così facendo si aiuta il rilassamento muscolare, si facilita una pausa dai pensieri e dalle preoccupazioni, concentrandoci solo sulla nostra creatività. Tantissimi i soggetti: dalla mitologia alla giungla, dal regno delle fiabe agli animali fantastici, passando per il regno dei ghiacci e il flower power. Come ne “Il Giardino segreto – giochi in punta di pennino” illustrato da Johanna Basford, che vende in tante parti del mondo più dei libri di cucina. Vi si trovano piante che si arrampicano eleganti, fiori e radici: tutte da colorare, una foglia dopo l’altra, e poi un’altra ancora. Fino all’ultima sfumatura.

[Marta Vitale Brovarone]

Iscriviti alla newsletter

X