Come educare i figli preparandoli a un mondo che cambia?

Il futuro è imprevedibile e il mondo del lavoro sempre in movimento. La scuola e gli studi non bastano più a preparare i figli.

Il Washington Post ha chiesto a un panel di esperti alcuni consigli per affrontare un mondo in continua evoluzione. Ecco i migliori.

1 – L’importanza del feedback

L’umiltà intellettuale è una dote importante che va rafforzata insegnando che nessuno possiede tutte le soluzioni.

Lo dice Ken Ginsburg, direttore del centro di Comunicazione Genitore-Adolescente dell’ospedale di Philadelphia. “Il mio consiglio è mostrare che si può ascoltare in maniera non giudicante e che il feedback è importante”.

Un voto scolastico è un feedback. Il giudizio negativo di un’amica è un feedback. Cosa posso imparare da questi giudizi? Come posso usarli per migliorare?

I bambini non dovrebbero solo ricevere feedback, possono anche imparare a darli. Invitiamoli a farlo, magari valutando le attività che facciamo insieme. E se il feedback è negativo? Non prendiamocela!

2 – Libera le idee. Libera i ragionamenti

“Aiuta tuo figlio a esaminare le idee – dice Jeanine Esposito, fondatrice di Innovation Builders -. Ascolta senza saltare alle conclusioni, anche se le proposte del bambino sono assurde. Un genitore incoraggiante non boccia l’idea, ma chiede: cosa le manca per funzionare?”.

Un modo per espandere il pensiero è individuare insieme la peggior soluzione possibile. E poi cercare insieme qualche aspetto positivo. “Le idee originali sono spesso i lati positivi di una cattiva idea”, dice Jeanine.

3 – Incoraggia a tenere un diario segreto

Amy Morin, psichiatra infantile e scrittrice, consiglia di incoraggiare i bambini a tenere un diario segreto. Confidare i propri pensieri al diario aumenta la consapevolezza, permette di essere sinceri con se stessi e aiuta anche a capire la vita interiore delle altre persone.

4 – Non pensare (né agire) come fossi il capo di tuo figlio

”Più controlliamo i nostri bambini, più abbassiamo la loro capacità di autocontrollo e motivazione”, dice Ned Johnson, scrittore e saggista. I bambini hanno bisogno di praticare il “decision making”. E, conseguentemente, di imparare a correggere i loro errori. Da soli.

5 – Permetti un po’ di disagio e di imbarazzo

Crescere in ambienti dove abbonda la diversità crea un po’ di disagio, all’i- nizio, ma porta maggiore flessibilità, gratitudine e soddisfazione nella vita.

”Come gran parte dei genitori, il mio istinto è di blindare e proteggere i figli dalla frustrazione. Ma cerco di lasciare periodi, sempre più lunghi, di imprevedibilità”. A dirlo è Emily Bianchi, professore di Management alla Emory University di Atlanta.

6 – Quel che ti piace veramente

Incoraggia tuo figlio a esplorare nuovi interessi. A cercare le cose che gli piacciono di più.

“Si può chiedere ai figli quali sono le dieci esperienze più importanti della loro vita – consiglia Nick Morgan, esperto in comunicazione -. In questo modo li aiutiamo a capire i veri interessi che li guidano”. E non dimenticate di aggiornare la lista!

7 – Fallire e ricominciare

Prova a immaginare tuo figlio a trentacinque anni. Prova a pensare agli ostacoli che avrà incontrato nel suo cammino. Quegli ostacoli sono preziosi.

Come dice un giudice della Corte Suprema statunitense: “Se durante l’infanzia non permettiamo ai bambini di sperimentare il fallimento e tutto quello che serve per risolvere i problemi e compensare gli errori, i nostri figli non avranno una seconda opportunità per impararlo”.

GG come educare i figli mondo che cambia1

Iscriviti alla newsletter

X