In aereo coi bambini: i documenti per viaggiare

28 Mar, 2017 | Lifestyle, Soldi e Diritti | 0 commenti

Le vacanze si avvicinano e i genitori iniziano a domandarsi: quali documenti servono per prendere l’aereo coi bambini? E se viaggiano con gli amici cosa serve? Procediamo per ordine. Nel giugno 2012 è stata introdotta una importante novità: i minori non vengono più iscritti nei passaporti dei genitori, ma possono viaggiare in Europa e fuori (solo) con un proprio documento individuale dotato di microchip. Niente paura, comunque, per quei genitori che hanno i figli iscritti nei rispettivi passaporti: resteranno, infatti, validi fino alla loro naturale scadenza.

Ci sono due tipi di passaporto per i bambini: quelli con validità triennale per i piccoli da 0 a 3 anni e quelli con validità quinquennale per i bimbi da 3 a 18 anni. La domanda per ottenere il documento deve essere sottoscritta da entrambi i genitori (anche per i conviventi non uniti in matrimonio): se uno dei due fosse impossibilitato, dovrà rilasciare all’altro una dichiarazione di assenso all’espatrio unitamente a una fotocopia del proprio documento d’identità. Se, infine, uno dei due fosse contrario, l’altro dovrà rivolgersi al giudice tutelare per ottenere una pronuncia sostitutiva della dichiarazione di assenso. Alla domanda i genitori devono allegare un documento di riconoscimento del minore; due fototessere; una marca da 73,50 euro; la ricevuta di pagamento di 42,50 euro versati su un bollettino intestato al Ministero dell’Economia, con la causale “importo per il rilascio del passaporto elettronico”.

A questo punto il bambino in regola con i documenti può viaggiare in aereo da solo? Per i minori di anni 14 è necessaria la cosiddetta dichiarazione di accompagno. Questa, in versione cartacea, riporta il nome della persona cui il minore viene affidato; deve essere sottoscritta da chi esercita la potestà genitoriale e vistata dagli organi competenti al rilascio del passaporto, ma può essere fatta anche tramite menzione direttamente sul passaporto. La dichiarazione viene rilasciata solo per i viaggi all’estero e vale solo per un viaggio (la validità massima è di sei mesi). Compiuti i 14 anni, i minori possono viaggiare in aereo da soli, sia in Europa sia in ambito extra UE. Per maggiore sicurezza, è comunque sempre bene informarsi direttamente presso la compagnia di volo prescelta, perché potrebbe capitare che alcune richiedano un documento di accompagno, anche se non prescritto dalla legge italiana.

 

Pubblicità

I più letti

I più letti