Gravidanza: il test del DNA finalmente è gratis

In fase sperimentale, nella provincia di Bologna il test del DNA è gratuito per tutte le donne in gravidanza. È la prima Regione in Italia.

Il NIPT test è un test di screening prenatale non invasivo: con un semplice prelievo di sangue è possibile analizzare il DNA fetale presente nel plasma e valutare il rischio di sindrome di Down (trisomia 21), e le trisomie 13 e 18. Il costo si aggira intorno ai 700 euro ed è a carico della donna in attesa. Tranne a Bologna.

La proposta

Nove mesi di sperimentazione, durante i quali le donne in gravidanza residenti nella provincia di Bologna potranno effettuare il test NIPT del DNA gratuitamente. L’idea è di allargare poi la convenzione a tutta la Regione. L’obiettivo? Ridurre il ricorso a amniocentesi e villocentesi in fase avanzata della gravidanza per escludere le trisomie. Esami che presentano una percentuale di rischio di aborto.

Il test del DNA gratis: per chi

L’Emilia Romagna è la prima Regione in Italia a prevedere la copertura totale del costo del test del DNA. Possono esaguire il test tutte le donne in gravidanza “indipendentemente dall’età e dalla presenza di fattori di rischio della madre, e verrà affiancato al test combinato, mediante un unico prelievo di sangue”.

Come prenotare il test del DNA

Le donne bolognesi che vogliono fare il test del DNA possono chiamare il numero 051-6862530, dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle ore 13.00. L’esame deve essere prenotato entro l’11esima settimana dall’ultima mestruazione e i risultati vengono consegnati dal ginecologo che esegue l’ecografia della translucenza nucale prevista dal test combinato (dopo circa 1-2 settimane dal prelievo). Alle donne viene richiesto di partecipare a incontri formativi organizzati dai Consultori familiari e Punti Nascita della provincia di Bologna, qui possono ricevere tutte le informazioni necessarie e dare il consenso allo screening.

Leggi anche

Il test del Citomegalovirus in gravidanza: serve davvero?

Test di screening prenatale, chi li ha fatti e chi no

Iscriviti alla newsletter

X