Toner e cartucce: non buttarli

Sotto l’albero avete trovato la stampante nuova? Avete (finalmente!) stampato le foto delle vacanze? Fermi! Non buttate cartucce e toner esauriti nel cassonetto dell’indifferenziato. Fate un ultimo piccolo regalo attraverso il risparmio e il rispetto ambientale.
Toner e cartucce sono rifiuti speciali e vanno smaltiti secondo norme specifiche. Ma soprattutto possono essere rigenerati, evitando che materiale prezioso finisca in discarica e che vengano liberati nell’atmosfera materiali inquinanti e soprattutto polveri finissime, pericolose per la salute. Cartucce e toner recuperati vengono controllati, smontati, ripuliti e reinseriti nelle linee di produzione. Le parti non riciclabili vengono suddivise, lavorate e trasformate in materie prime. I residui di inchiostro si usano per generare energia o si smaltiscono in modo ecologicamente responsabile. La rigenerazione evita che vengano consumati inutilmente ettolitri di petrolio: per una cartuccia nuova ne servono 4,5 litri. I residenti in Torino possono portare i toner esausti gratuitamente presso gli ecocentri di raccolta, assieme a tutti i prodotti informatici rotti. Si possono buttare anche negli specifici contenitori che probabilmente sono presenti nel luogo di lavoro: infatti tutte le attività che utilizzano i sistemi di stampa devono chiedere un contenitore a La Nuova Cooperativa (tel. 011 732220, lanuovacooperativa@lanuovacooperativa.it) e attivare un servizio di raccolta differenziata, a pagamento se svolto a domicilio, gratuito se si portano da soli le cartucce al punto di raccolta.

Iscriviti alla newsletter

X