I seggiolini anti-abbandono: rimandata l’obbligatorietà

Ci si stava attrezzando, facendo ricerca, iniziavano i commenti nelle chat per confrontare i modelli migliori e più convenienti. È invece arrivato qualche giorno fa il chiarimento di Altroconsumo. I seggiolini anti-abbandono non saranno obbligatori ancora per qualche mese. Manca il decreto attuativo del Ministero.

I sensori anti-abbandono per i seggiolini auto dovevano essere obbligatori  a partire dal primo luglio, in vista del grande caldo. Se ne riparla forse a novembre. “La normativa dello scorso ottobre – ha denunciato l’associazione di consumatori Altroconsumo- si è limitata a introdurre l’obbligatorietà di questi sistemi rimandando ogni decisione sulle caratteristiche tecniche che questi dispositivi devono avere a un decreto attuativo del ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti”. Sapevamo che l’obbligatorietà riguardava i bambini con meno di 4 anni e null’altro.

La bozza di testo del 21 gennaio sui seggiolini anti-abbandono, lanciata di tutta urgenza dopo alcuni drammatici episodi, è stato inviato per aggiustamenti all’ufficio Tris, il sistema di informazione sulle regolamentazioni tecniche della Commissione Europea, e sarebbe dovuto rimanere fino al 22 aprile, “ma a causa di una proroga ci rimarrà invece fino al 22 luglio, per poi finire al Consiglio di Stato che dovrà dare parere positivo affinché venga pubblicato”.

Nessun adeguamento dei vecchi seggiolini a breve dunque e, certamente, nessun incentivo per la sicurezza in auto.

Iscriviti alla newsletter

X