Il primo giorno di scuola  in giro per il mondo

Alberi delle meraviglie, vestiti tradizionali, fiori e canti: tanti piccoli rituali e cerimonie che celebrano il ritorno a scuola 

Nell’immensa India, il “praveshanotshavan” – primo giorno di scuola – coincide con l’inizio della tanto attesa stagione dei monsoni. Gli studenti ricevono in regalo un ombrello, e non poteva esserci dono più utile!

In Germania, un albero delle meraviglie accoglie gli studenti a scuola. Dai suoi rami i bambini raccolgono gli “schultüte“, coni di cartone colorato riempiti con dolci, penne e matite colorate.

Primo giorno scuola in Germania

In Russia il primo giorno si chiama “Giorno della Conoscenza”. Gli studenti più piccoli portano fiori freschi alle insegnanti, per l’occasione si indossano gli abiti tradizionali e le bambine decorano i capelli e le trecce con fiori.

Scuola in Russia

Cantare l’inno in cortile dopo l’alzabandiera è tipico della Cina. Dopo il rito, tutti ascoltano i discorsi del preside e degli allievi modello.

In Giappone il primo giorno di scuola è un evento davvero importante: viene organizzato il Nyugakushiki, una cerimonia ufficiale. Le mamme, vestite con i tradizionali kimono, ricevono le congratulazioni dall’istituto. E poi inizia l’anno scolastico più lungo al mondo: ben 250 giorni!

Scuola in Giappone

 

In Kazakistan, il primo giorno i maestri ricevono un fiore in regalo, mentre i bambini avranno una matita, una candela e dei dolci.

E nella lontanissima Nuova Zelanda? Non c’è cerimonia che non preveda l’Haka, la danza e il canto Maori. E, come in molti paesi del mondo dell’emisfero sud, l’anno scolastico inizia a febbraio.

Scuola in Nuova Zelanda






Iscriviti alla newsletter

X