Imparare giocando con i libri allena-mente

Dopo tre mesi di giornate lunghe, placide e amene, è arrivato il momento di tornare nel duro mondo dello studio e del lavoro. Per riattivare i neuroni prima di tornare tra i banchi di scuola, ci sono due serie di libri di Editoriale Scienza, scritti da Sonia Scalco e Carlo Carzan: AllenaMente e Genius – Pensa come Leonardo, Pensa come Sherlock Holmes.

“Abbiamo pensato questi libri per dare a bambini e ragazzi dei manuali buoni per potenziare le loro attività cognitive ma divertendosi – la didattica ludica è il fulcro della nostra attività lavorativa e i nostri libri devono essere letti e utilizzati con piacere. La metodologia su cui si basano è quella dell’apprendimento attraverso il gioco. Osserviamo con rammarico che i bambini crescendo giocano sempre di meno, invece è bello a ogni età. Con Chiara e Carlotta, le nostre figlie, abbiamo giocato tanto e continuiamo a farlo, anche se – purtroppo! – hanno sempre meno tempo per noi. È un modo bello per stare insieme e divertirsi. Quindi, anche i genitori possono rimettersi in gioco con i nostri libri, facendo alcune delle attività proposte insieme ai bambini. L’età consigliata per fruirli autonomamente è dagli 8-9 anni, ma anche i più piccoli, accompagnati dai genitori, possono trovare delle attività adatte”.

AllenaMente è un manuale di auto-aiuto in stile anglosassone per tenere il cervello allenato, uscito nel 2016. Genius è nelle librerie da quest’anno e racconta i cervelli dei grandi geni: quali erano i loro trucchi? Come ragionavano? I libri sono strutturati in modo simile e chiaro, con una parte divulgativa affiancata a giochi e attività collegate. Le diverse sezioni sono pensate per stimolare le diverse capacità del cervello, la memoria, l’osservazione, la logica ma anche l’immaginazione. “Le potenzialità dei bambini sono incredibili, ed è bello scoprirle insieme! I nostri libri sono pensati per stimolare il pensiero laterale, lavorano sul problem solving, portano a guardare le cose da punti di vista diversi. Riuscendo a risolvere i giochi proposti nei libri, i bambini acquisiscono la consapevolezza delle propria capacità con risvolti positivi sulla loro autostima”. E buon allenamento a tutti!

Iscriviti alla newsletter

X