La app 1522 contro la violenza domestica

La convivenza può essere davvero un dramma per le vittime di violenza domestica. Per loro è stata lanciata la app 1522 per chiedere aiuto senza rischiare di essere ascoltate.

È stata definita l’emergenza nell’emerenza e riguarda la violenza domestica, di cui sono vittime principalmente le donne. Con la quarantena e la coabitazione forzata, sono in aumento le situazioni di disagio tra le mura di casa, e la denuncia risulta ancora più difficile perché si ha paura di essere ascoltate. Ora nasce la app 1522.

La app 1522 contro la violenza domestica

Nonostante i centri antiviolenza siano rimasti aperti, secondo i dati in possesso del Ministero per le Pari Opportunità, si è registrato un calo del 50% delle chiamate al numero verde 1522, il numero istituzionale antistalking attivato dalla presidenza del consiglio e gestito dal Telefono Rosa . Le vittime di violenza hanno paura di essere ascoltate, per questo non chiamano. Per loro è stata pensata la app 1522, per iOS e Android, che può essere scaricata da ogni smartphone. La app consente di collegarsi e chattare con le operatrici antiviolenza e anche di azionare in maniera immediata i dispositivi di emergenza. La chat rimarrà segreta. Sono disponibli inoltre, informa di decalogo, alcuni consigli per fronteggiare una situazione di violenza domestica. È

Liberapuoi, la campagna

Liberapuoi” è la campagna di sensibilizzazione promossa dal Ministro per le Pari Opportunità, partita da storiche attiviste e già sottoscritta da oltre 500 donne, che prevede una serie di spot programmati fino al 3 aprile per promuovere il numero 1522 e la nuova app.

Leggi anche

Social in quarantena: una salvezza, ma non esageriamo

Iscriviti alla newsletter

X