Il primo bambino in uno spot Barbie

Per la prima volta nella storia della Barbie, in uno spot televisivo compare un bambino. Lo spot in questione è quello per l’edizione limitata firmata dalla casa di moda Moschino.

Maschi e femmine insieme per giocare
Contro ogni stereotipo che vuole le bambole solo come gioco femminile e le macchinine come espressamente maschili, ecco che Barbie mescola le carte in tavola e inserisce un bambino nello spot per l’edizione speciale di Barbie Moschino. Un passo avanti contro i pregiudizi che vogliono incasellare il gioco dei bambini strutturandolo in base al genere.
Gli appassionati di moda hanno subito colto la somiglianza tra il bambino e il direttore creativo della maison di moda. Non per niente Jeremy Scott dice di aver deciso di diventare stilista proprio guardando la Barbie, che per lui rappresenta la vera forza delle donne. La Barbie infatti può fare ciò che vuole, può essere astronauta, maestra, chef, donna d’affari, ogni carriera è aperta per lei, e questo è un segno di grande emancipazione. Come il fatto di vedere un maschio divertirsi con un giocattolo considerato fino ad oggi esclusivamente femminile.

Iscriviti alla newsletter

X