Sport e salute, a ogni problema la sua attività

Che lo sport faccia bene alla salute è ormai un dato di fatto. Ma che alcuni tipi di sport aiutino anche a migliorare alcune problematiche, specialmente nei bambini, è una cosa che fino ad ora pochi sapevano.

Sono molte le patologie croniche, che colpiscono i bambini. In questi casi è buona cosa sapere quali siano gli sport più adatti da praticare, non solo per migliorare la qualità della vita ma per non rischiare di aggravare la patologia.

Per ogni malattia la sua attività fisica
Per il diabete 1, via libera a tutti gli sport,con quello di tipo 2 invece, marcia, ginnastica e nuoto sono quelli più indicati. In ogni caso la raccomandazione è sempre quella di bere molto e tenere sotto controllo i livelli di glicemia. Per i bambini che soffrono di autismo nulla è meglio dell’ippoterapia, praticata in centri con personale appositamente formato, è un’attività che da diverso tempo sta riscuotendo successo, questo perchè insieme all’attività puramente fisica non bisogna dimenticare tutti i benefici, derivanti dal contatto con i cavalli, a livello emotivo, affettivo e cognitivo.
Per i bambini che soffrono di asma via libera a tutte le attività, l’importante è l’ambiente dove queste si svolgono, no ad attività ad altitudine elevata o in luoghi inquinati.

Se i problemi sono alle ossa, stop a tutte le attività che possono determinare scontro fisico. I bambini che soffrono di deficit dell’attenzione o di iperattività hanno maggior vantaggi da sport che prevedono molto movimento, quindi si a calcio, basket, nuoto, arti marziali. Da evitare baseball e altre attività che alternano momenti di inattività a movimento.
Per i piccoli malati oncologici meglio limitare le attività nel periodo delle terapie, trascorsi almeno sei mesi dalle cure invece via a nuoto, atletica o ginnastica. Infine per chi ha problemi di cardiopatie, l’attività va pianificata in maniera rigorosa con il supporto del medico.

Iscriviti alla newsletter

X