Papà Rockteller

Armonie di casa: Mimmi Maselli, il Signor Rockteller, dj e consulente musicale,
ci racconta come si vive in una casa piena di note

Il Signor Rockteller ci ha tenuto una preziosa compagnia durante le settimane di lockdown con le sue dirette a tutto ritmo su Facebook.

Il suo podcast è stato tra i più ascoltati in quei mesi e addirittura primo nella classifica Kids&Family di Apple podcast. Nella vita, Mimmi Maselli è compagno di Laura e papà di due bambine di 6 e 9 anni, Viola e Nina. Ed è amico di GG: i suoi fantastici laboratori Baby Dj e Rockteller hanno spopolato durante le scorse edizioni della Kids Sound Fest a Milano e Torino.

La musica per Mimmi è lavoro e passione ed è presente moltissimo anche nella sua vita privata. Oggi ci racconta come si cresce in una casa piena di note. 

Il piacere della condivisione

Laura è nata e cresciuta in Toscana, Mimmi in Piemonte: si conoscono a Milano nel 2006 negli uffici di MTV, dove entrambi lavorano.

“Seguivamo gli stessi progetti ed è subito nata una bellissima amicizia che con il tempo si è trasformata in amore – racconta Mimmi -. La musica è una sorta di filo conduttore delle nostre carriere ma anche delle nostre vite.

Dopo l’esperienza di MTV mi sono messo in proprio come consulente musicale, mentre Laura continua a lavorare nel campo degli eventi. Fin da quando ci siamo incontrati abbiamo coltivato il piacere di condividere esperienze, amicizie, passioni: è questa la base su cui abbiamo messo su famiglia. Laura e io abbiamo una visione molto simile della vita e dei valori e cerchiamo di trasmetterla alle nostre figlie, Viola e Nina”.

Fuga dalla città

Tra le passioni che Laura e Mimmi condividono c’è quella per la natura e gli spazi aperti. “Milano è una città bella, dinamica e stimolante, ma anche faticosa per i bambini. Laura e io siamo cresciuti in cittadine più piccole nella campagna e lì vivono ancora le nostre famiglie di origine.

Per noi è importante che le bambine facciano esperienze nel verde e si riconnettano con la natura. Appena abbiamo qualche giorno libero scappiamo dalla città e andare a trovare nonni, zii e cugini.

Ci manca condividere la quotidianità con loro, cerchiamo di recuperare in vacanza. E poi in famiglia siamo tutti amanti del mare e soprattutto della montagna, che è la nostra destinazione preferita, d’estate come d’inverno”. 

Una quotidianità a ritmo di musica

L’altra grande passione che Laura e Mimmi condividono con le loro figlie è, ovviamente, la musica.

“La musica è presente totalmente nella nostra quotidianità, in casa risuona sempre, dalla mattina alla sera. Come genitori il nostro approccio è sempre soft, mai impositivo. Non devono per forza ascoltare musica e non devono per forza ascoltare la musica che piace a noi. Anche se i nostri gusti sono molto ampi e comprendono tanti generi e sonorità diverse, le lasciamo libere di esplorare.

Così se preferiscono qualche hit da classifica o qualche pop idol del momento, ci va benissimo. Al contempo, ci teniamo a proporre stimoli sempre diversi, dare spunti nuovi di ascolto, far loro scoprire artisti lontani nel tempo oppure contemporanei ma diversi. Non tutto piace, ma c’è tanta musica, alcune cose arrivano e sono la base per scoprire altro, insieme!”.

maselli

Vinile love

Con entrambi i genitori impegnati nel campo, la socialità della famiglia prevede tanti momenti musicali. “Sin da quando sono piccole, ce le siamo sempre portate dietro agli eventi, che si tratti di grandi concerti o piccoli laboratori.

E loro apprezzano molto tutte quelle situazioni in cui c’è musica, gente che balla, una socialità sciolta. I loro appuntamenti preferiti sono i festival estivi, per l’atmosfera frizzante e animata, e poi tutti gli eventi pensati per le famiglie.

Amano in particolare le occasioni in cui faccio il dj, mi accompagnano alla consolle, mi passano i dischi. Ho notato che cercano il contatto fisico con l’oggetto disco, toccano con mano il vinile, la copertina un po’ consumata”. 

Il mio primo festival

Viola aveva solo 2 anni quando ha vissuto il suo primo festival internazionale, un’esperienza bellissima e stra-consigliata.

“Durante l’estate del 2013 siamo andati in Inghilterra, al Big Festival che si svolge nelle colline dei Cotswold, a circa un’ora da Londra”.

Ideato da Alex James, il bassista dei Blur e dallo chef superstar Jamie Oliver, il festival è una combinazione unica di musica live e proposte culinarie di livello, il tutto a misura di famiglie. “È stata un’esperienza favolosa: Viola era piccola, ma tutto era organizzato benissimo, tutto era facile e pensato per le famiglie. La musica iniziava presto e finiva presto, i volumi erano contenuti, il campeggio dotato di ogni servizio e il cibo squisito, per tutte le età e gusti.

C’era anche una zona con gli animali della fattoria da accarezzare e giostre di altri tempi. Cosa volere di più? Viola si è divertita moltissimo e noi con lei!”.

Mr. Rockteller

Il progetto che più sta a cuore a Mimmi si intitola “Le storie fantastiche del Signor Rockteller”, il primo podcast di fiabe rock in Italia.

“L’idea è quella di portare ai bambini degli stimoli musicali un po’ diversi, ma vuole essere utile anche ai genitori che spesso non sanno come condividere la musica con i loro figli. È un’esperienza di ascolto da vivere insieme. Con il mio socio Alessio Albano ci siamo immaginati che le favole potessero essere lo strumento migliore per entrare in contatto con i bambini. Partendo da una canzone esemplificativa e facile di un grande artista rock e pop, ci inventiamo una favola, prendendo come spunto le parole della canzone, ma anche aneddoti della biografia dell’artista. Nelle favole inseriamo tanti stimoli sonori che tessono una trama musicale e fanno da punteggiatura al racconto”.

Quanto sono coinvolte le tue figlie in questa tua attività? “Sono ovviamente le mie prime ascoltatrici. Tutte le favole che scrivo le leggo in anteprima a loro, come leggo loro la sera le fiabe della buonanotte. Viola e Nina mi ispirano sempre.

E così cerco di immaginarmi altri progetti che abbiano i bambini al centro. Ci vuole tempo e pazienza, per realizzarli bene, ma sono grandissime soddisfazioni!”.

Consiglio di ascolto

Tra tanta musica in casa ce n’è una del cuore, la comfort music che vi mette tutti d’accordo?

“In realtà, coltivando una varietà impossibile di generi e stili, abbiamo sviluppato gusti un po’ diversi, che convergono sui Beatles: li amiamo tutti appassionatamente! Poi a Laura piacciono Jack Johnson, Paolo Nutini, Francesco De Gregori, The Chemical Brothers. I preferiti di Viola sono Michael Jackson, Elton John, Ghali, Calcutta, The Supreme, mentre Nina ascolta volentieri Dua Lipa, Baby K, Queen e Bob Marley. La mia musica del cuore comprende invece i Pearl Jam, Afterhours, Blur, Beck, Coldplay e il mitico Neil Young”.

Hai un consiglio di ascolto, che consideri imprescindibile per una famiglia? “I Beatles senza dubbio. E una chicca: le più divertenti canzoni rock per bambini sono quelle di Caspar Babypants, scoprite questo musicista fantastico!”.

rockteller

www.rockteller.it

www.facebook.com/ilsignorrockteller 

The kids are alright, summer 2020

Leggendo questo articolo vi è venuta una voglia irresistibile di ballare scatenati al ritmo di bella musica? Gustatevi la bellissima playlist estiva che Mimmi ha preparato specialmente per gli amici di GG, con tante novità rock da far scoprire ai nostri bimbi! La troviamo su Spotify.

Leggi anche –> A casa di Giorgia Boni, la star di Maggie & Bianca

Iscriviti alla newsletter

X