Repubblica Ceca: le meraviglie della Via delle Montagne

da | 30 Giu, 2021 | Lifestyle, Viaggi

Una vacanza salubre, rasserenante, terapeutica e divertente. Le montagne nella Repubblica Ceca, dove la natura è padrona

Un mondo ovattato di boschi, paesaggi, laghi alpini e torrenti. Un mondo dove rilassarsi, giocare, esplorare e praticare un sano movimento. 

La Repubblica Ceca è diventata in questi anni una meta di tendenza per le famiglie: Praga e le altre città storiche offrono uno straordinario panorama di cultura ed eventi, arte e divertimento. Meno conosciute (e frequentate) le montagne sono un luogo di vacanza altrettanto magico.

Qui protagonista incontrastata è la natura, da gustare in ogni stagione: nello splendore del periodo estivo e della primavera, nel suggestivo coloring dell’autunno o anche nel manto nevoso bianchissimo e intonso dell’inverno.

Gli itinerari verdi, da percorrere a piedi e in bicicletta, sono ovunque attrezzati e ben segnalati, con particolare cura per le famiglie con bambini. Ce n’è per tutti i gusti e le gambe: alcuni sentieri sono anche percorribili con il passeggino e accessibili ai disabili. 

Lungo il percorso si incontrano fiori, grotte, castelli, monumenti insoliti e persino siti Unesco. Non manca neppure l’acqua: fonti termali, fiumi, torrenti, cascate, dighe e laghi alpini. Vi affascina già? Andiamo alla scoperta di questa Cechia meno nota, dove la natura è padrona.

I Monti dei Giganti: le montagne più alte in Repubblica Ceca

Di nome e di fatto. Le montagne più alte della Repubblica Ceca sono protette da un parco naturale maestoso e verdeggiante, oggi sotto tutela Unesco. 

Ci sono sentieri didattici ed escursioni facili, anche in seggiovia e sfide più impegnative tra pendii, praterie, canyon e brughiere. 

Per gli appassionati di MTB c’è il downhill: su con la funivia e giù a capofitto (ma un percorso è adatto anche ai principianti). 

Per le famiglie con bambini piccoli e passeggini, è perfetto il sentiero che conduce alle cascate di Mumlava lungo la coreografica valle scavata dal torrente. Il nuovo Parco Verticale di Harrachov-Myto piace ai bambini sportivi, con la parete di arrampicata, il salto con l’elastico, i trampolini, i percorsi di corde, il rafting col gommone, la canoa, il tiro con l’arco e, in inverno, la scuola di sci, con piste tanto di di bob adrenaliniche ma sicure.

Da non perdere nella regione dei Monti dei Giganti:

  • A Trutnov, la statua del gigante (Krakonos) che la leggenda vuole stia a guardia delle omonime montagne.
  • A Jilemnice, il castello neorinascimentale e il museo dedicato ai Monti dei Giganti.
  • Nell’antico centro montano di Vrchlabi, il Museo di storia naturale e del folklore, all’interno di un monastero barocco
  • Tre musei interessanti: quello della lavorazione del vetro e quello minerario ad Harrachov, quello dedicato all’arte liutaia a Paseky nad Jizerou.

Repubblica Ceca

Nella Selva Boema

Montagne sì, ma anche tanta acqua che sgorga dalle rocce, precipita in cascate, corre nei torrenti, riposa in laghi alpini. Si presenta così il paesaggio della Selva Boema, terra di confine tra Repubblica Ceca e Germania, oggi Parco Nazionale e riserva della biosfera Unesco. 

È detta “il tetto verde d’Europa” per i suoi belvedere e la singolare torre panoramica abbarbicata in cima al monte Polednik (1.131 metri). 

La foresta vergine di Boubin, raggiungibile sia da Kaplice che dal villaggio di Kubova Hut, incanta adulti e bambini perché è un vero bosco delle fiabe, di quelli popolati da gnomi e folletti. 

Chi ha bambini grandicelli può cimentarsi in un percorso di media difficoltà, percorribile anche in mountain bike, che conduce alla sorgente del fiume Moldava, il fiume-simbolo della Repubblica Ceca. 

Per i più piccini c’è una passeggiata facile e romantica, adatta anche a passeggini e carrozzine, lungo il Vydra, con tanto di visita un’antica segheria ad acqua. All’inizio il Vydra è un torrente tranquillo, poi – verso valle – diventa un fiume impetuoso che si getta in un canyon e termina in cascate fragorose.

Trascorrete un giorno al lago! Scegliete tra laghi piccoli e grandi, selvaggi o “addomesticati”, solitari o affollati di bagnanti: il Lago Plesne, il Lago Cerne, il Lago Certovo e il bacino della grande diga di Lipno, vera attrazione balneare dove si può nuotare e praticare sport acquatici, prendere il sole in spiaggia o noleggiare una barca. 

Nei dintorni di Lipno c’è un sentiero “vertiginoso” amatissimo dai bambini (accessibile anche ai disabili) che corre tra le cime degli alberi. Si tratta di una passerella in legno che termina avvolgendosi a spirale in una torre panoramica, dalla quale i più coraggiosi possono scendere infilandosi in uno scivolo tubolare lungo 52 metri. 

Lipno è anche una destinazione wellness, con piscine, saune, percorsi Kneipp, massaggi e trattamenti.

Da non perdere nella selva boema:

  • Due fortezze da non perdere: il castello gotico di Svihov e quello di Rozmberk affacciato sul fiume, dove nelle sere d’estate vengono organizzate visite guidate in costume. 
  • Noleggiare una canoa o un kayak sui fiumi Moldava, Otava e Vydra.
  • Il lago Laka, il più alto (a 1.100 metri), una piccola gemma ereditata dall’era glaciale. 

I monti Iser

La montagna per tutti, ma proprio tutti, è nella Boemia settentrionale, al confine con la Polonia. È  considerata il paradiso dell’escursionismo: qui ce n’è per tutti i gusti, le gambe e le ruote… di bicicletta, di passeggino, di hand-bike o di carrozzella. 

Il comprensorio offre venti sentieri pianeggianti o dolcemente ondulati, con lunghezze tra i 5 e i 25 km, praticabili comodamente e in sicurezza sia a piedi che su ruote. I punti di ristoro, i chioschi e le toilette sono senza barriere architettoniche. 

Da non perdere:

  • Liberec, ai piedi del Monte Jested, è una bella città rinascimentale piena di divertimenti. Al Babylon Centre, c’è un parco acquatico, giochi, installazioni interattive, piscine e trattamenti wellness. 
  • Visitate il castello di Frydlant (Terra Felix), arroccato sulla sua rupe e il monumentale complesso monastico di Hejnice con la splendida basilica barocca. 

La Svizzera Boema

Non lontano dal confine tedesco, chiusa in un abbraccio dal fiume Elba, è meta prediletta dagli alpinisti.

Una delle principali attrattive sono le gole del torrente Kamenice, accessibili solo su natanti a remi sospinti con lunghi bastoni da traghettatori-guida. I bambini ne impazziranno.

Da non perdere la grotta delle Fate, con le sue decorazioni di ghiaccio. 

Simbolo indiscusso della Svizzera Boema è la Porta di Pravcice, il più grande portale di pietra naturale di tutta Europa.

Si tratta di un maestoso arco in arenaria, largo 27 metri e alto 21, raggiungibile solo a piedi, dove è stato girato il film “Le cronache di Narnia”. 

Repubblica Ceca

Pubblicità
Pubblicità

I più letti

I più letti

In vacanza sui vulcani

I vulcani sono irrequiete montagne che affascinano grandi e piccini, mete ideali per una vacanza originale

Bambini aggressivi: che fare?

Come riconoscere e gestire un eccesso di aggressività? Gestire i bambini aggressivi mette tutti in difficoltà: i consigli delle psicologhe di Completamenti