Sorriso: il grande potere di un atteggiamento positivo

Un amico di redazione, di ritorno da un mese in Brasile, ci ha raccontato come l’avesse colpito il fatto che lì fossero tutti molto più sorridenti e parlassero a voce bassa. Questo ci ha fatto pensare: ma davvero noi italiani siamo così ingrugniti e rabbiosi? Quando è successo, com’è che non ce ne siamo accorti?

Italiani vs resto del mondo

E se fossero gli svizzeri a sorridere potremmo pensare, eccerto, con tutti quei caveau lastricati di dobloni d’oro sorriderei pure io. Ma il Brasile non è che stia molto meglio di noi, anzi. Quindi, preso atto che non possiamo cambiare la realtà che ci circonda (anche se è lodevole e buono provarci sempre), perché non prendiamo esempio dai brasiliani e ci rendiamo un poco più imperturbabili, affrontando magagne di ogni sorta con il sorriso sulle labbra? È forse questa la stagione giusta per fare qualche esercizio di autocontrollo, sorridere di più, urlare di meno e vedere l’effetto che fa.

Un sorriso fa bene a chi lo fa e a chi lo riceve

Sono tantissimi gli studi scientifici che dimostrano la bontà del sorriso, per noi e per chi ci circonda. Pare che le nostre espressioni facciali non si limitino a comunicare il nostro umore, ma lo influenzino pure. Quando sorridiamo, quindi, finiamo per sentirci davvero meglio – come afferma il ricercatore americano Shawn Achor. Secondo lui ci si deve allenare alla felicità, così come un atleta si allena per una gara: il pensare positivo finisce per migliorare le nostre prestazioni e la nostra vita in generale. Ma il nostro sorriso ha un potere anche sugli altri. Ce lo spiega il neurologo Marco Iacoboni, autore di ricerche importanti sul ruolo dei neuroni specchio sul comportamento umano. “Quando vedo una persona sorridere, tenderò a sorridere anch’io, provando di riflesso le sensazioni positive associate al sorriso”.

Sorridere è contagioso

Sorridendo si crea un contagioso circolo della felicità.
E se proprio gli angoli della nostra bocca non ne vogliono sapere di curvarsi all’insù, osserviamo i sorrisi aperti dei nostri figli, aspettiamo che i nostri neuroni specchio si mettano in moto e proviamo a vedere l’effetto che fa.

Peace&love&buona estate!

Iscriviti alla newsletter

X