Viaggi green: le destinazioni top di Lonely Planet

da | 25 Lug, 2022 | Green, Lifestyle, Viaggi

Riniziare a viaggiare significa pensare alla sostenibilità e ai comportamenti rispettosi dell’ambiente e delle comunità: tante idee di destinazioni e viaggi green dalla città alla natura

È il desiderio condiviso di molti: iniziare il nuovo anno con una valigia da riempire, e tornare finalmente a viaggiare. Farlo all’insegna della sostenibilità e di comportamenti rispettosi dell’ambiente e delle comunità che si visitano è la nuova tendenza. Ecco così una selezione di destinazioni in Europa e nel mondo per viaggi più green, perfetti per tutta la famiglia, da mettere in agenda per il 2022.

Slovenia, in bicicletta attraverso la capitale verde d’Europa

Grotte sotterranee e terme, foreste e castelli, percorsi ciclabili e parchi avventura: in testa alla classifica dei viaggi green c’è la Slovenia, eletta qualche anno fa “Capitale verde d’Europa”.

Andare alla ricerca della sua anima green può essere un buon modo per scoprire questo bellissimo Paese a due passi dall’Italia. Vicino al confine ci sono, per esempio, le Grotte di Postumia, le uniche al mondo che prevedono una parte della visita tra rocce e stalattiti a bordo di un trenino e che ospitano un vivaio in cui ammirare il Proteo, creatura misteriosa e antichissima, simile a un piccolo drago, che vive nel mondo sotterraneo.

Qui c’è anche castello costruito nella roccia, quello di Predjama. Ma antichi manieri, storie e leggende sono disseminati in tutto il Paese: i più suggestivi sono quelli sul lago di Bled e il castello della capitale Lubiana, dalla cui torre di avvistamento si gode di un panorama magnifico. E per un viaggio ancor più verde, possiamo puntare sulle numerose strutture ricettive certificate eco, immerse nel verde e con attenti protocolli “zero waste”.

Da non perdere con i bambini: uno dei tanti percorsi in bicicletta che attraversano il Paese. La novità degli ultimi mesi è la nuova Bike Slovenia Green Gourmet Route che conduce alla scoperta del paesaggio e delle prelibatezze gastronomiche locali tra fattorie, cantine e ristoranti, con diversi tratti adatti anche alle famiglie con bambini. 

Quando andare: che si tratti di un fine settimana lungo a Lubiana e dintorni, qualche giorno tra le montagne e le grotte del Carso o un’intera settimana in sella attraverso il Paese, primavera e autunno sono le stagioni ideali per scoprire la Slovenia en-plein-air.

Per informazioni: www.slovenia.info/it

lago Bled

Alla scoperta della Firenze insolita, guidati dai bambini 

Anche Firenze è considerata una meta tra i viaggi green, se visitata in maniera slow e alternativa. Iconica e sorprendente a ogni visita, Firenze è una meta che merita sempre una foto da inserire nell’album di famiglia. Visitarla con i bambini, poi, permette di vederla con occhi diversi e viverla in maniera meno “affollata”, anche per noi adulti. Il primo suggerimento, quindi, è prendersi qualche giorno di vacanza in più per un tour slow, che comprenda anche i dintorni della città, come Fiesole o Bagno a Ripoli.

E poi, fatevi guidare alla scoperta degli angoli meno noti da Firenze for Families: si tratta di una vera e propria guida con mappa pensata per piccoli turisti. Scaricabile online prima di partire e in distribuzione gratuita negli infopoint della città, segnala le tappe imperdibili a misura di bambino.

Qualche esempio? Il Museo Stibbert, con armi e armature medievali, e il Museo di Paleontologia, con gli scheletri di mammut e balene. O, ancora, il Museo Galileo, con i cannocchiali e gli strumenti del grande scienziato e attività interattive. Esiste anche una mappa dei percorsi dedicati a street art e murales in città. Per ammirare i grandi classici fiorentini, invece, c’è il Family Tour durante il quale si visita il centro muniti di zaino da esploratore, seguendo percorsi alternativi e multimediali.

Da non perdere con i bambini: la visita della città in bicicletta. Esistono tour guidati, servizi di noleggio di e-bike e mappe apposite per pedalare lungo i 90 km di piste ciclabili di Firenze e dintorni, che conducono anche sulle colline circostanti. E poi, visitate Palazzo Vecchio prenotando uno dei percorsi in costume ispirati a favole e leggende, proposti per bambini di diverse fasce di età.

Quando andare: meglio evitare l’estate piena, quando Firenze diventa una delle città più torride d’Italia, e scegliere un più fresco e godibile fine settimana lungo di primavera o inizio autunno.

Per informazioni: www.feelflorence.it/it/firenze-per-bambini e www.destinationflorence.com/it

Firenze

Sognando i Caraibi green: alla scoperta di Anguilla

Il mare cristallino e scintillante è quello della meta da sogno per eccellenza, che oggi rientra tra i viaggi green selezionati da Lonely Planet.

Dimenticate i mega resort di lusso: Anguilla è perfetta per una vacanza esotica, ma autentica e all’insegna dell’ecologia. Piatta e lunga appena 25 km, è ideale per essere esplorata in bicicletta girovagando alla ricerca ogni giorno di una spiaggia diversa, come la celebre Shoal Bay East, una lunga striscia di sabbia rosa scintillante.

Dopo l’uragano che l’ha devastata nel 2017, questa perla caraibica è stata ricostruita negli ultimi anni con grande attenzione alla sostenibilità: molti edifici e hotel funzionano con energia solare e adottano programmi di riduzione della plastica. Potete scegliere di soggiornare in un resort (ce ne sono di family friendly con servizi dedicati, come la cucina per la preparazione delle pappe e il baysitting) o prendere in affitto un appartamento per un’esperienza più local.

Da non perdere con i bambini: l’escursione giornaliera a Prickly Pear Cays, due isole disabitate nel Parco Marino protetto di Anguilla dove depongono le uova le tartarughe e nidificano i pellicani. Da visitare c’è poi l’Heritage Collection Museum, per scoprire la storia indigena dell’isola, e l’Anguilla Heritage Trail, da percorrere seguendo le tappe della sua storia amerinda.

Quando andare: il periodo perfetto per visitare Anguilla è quello che va da dicembre ad aprile. Da maggio a novembre i prezzi sono tendenzialmente più bassi, ma attenzione alla stagione degli uragani (da settembre a novembre).

Friburgo, all’avventura nella Selva Nera

Se leggete Friburgo e pensate subito al più tipico dei panorami cittadini tedeschi, fatto di viuzze acciottolate e cattedrali gotiche imponenti, non sbagliate. Ma la città è anche la capitale della Selva Nera e, insieme alle comunità rurali della zona, costituisce una Riserva della Biosfera Unesco dove si alternano foreste, laghi, vigneti e pascoli immersi in un paesaggio naturale da favola di una volta.

Per questo la cittadina rientra tra i viaggi green di Lonely Planet, ed è l’ideale per un viaggio di qualche giorno, in cui alternare visite a musei e antiche chiese a passeggiate e trekking nel verde.

Da non perdere con i bambini: la visita al Waldhaus Freiburg, un’istituzione locale che propone attività, laboratori e visite guidate per far conoscere ai bambini l’ecosistema ricchissimo della Selva Nera. 

Quando andare: il periodo migliore è l’inizio dell’estate con le sue giornate lunghe e tiepide. 

Per informazioni: www.visit.freiburg.de/it

destinazioni green

A Mauritius, il viaggio da piccoli esploratori della biodiversità

Nota da sempre per la bellezza selvaggia del suo mare e per lo speciale mix culturale basato sulla convivenza pacifica di etnie e tradizioni diverse, non tutti sanno che Mauritius è all’avanguardia nella tutela e nel ripristino della biodiversità di specie animali in via di estinzione. Ecco perché un viaggio in questo remoto paradiso dell’Oceano Indiano non può essere pensato come un semplice soggiorno in un mare tropicale quanto piuttosto come un’occasione unica di scoperta naturalistica da vivere, anche con i bambini, da novelli Charles Darwin. Delfini, uccelli rarissimi come il gheppio mauritiano e, soprattutto, le grandi tartarughe centenarie Aldabra: mettetevi sulle loro tracce esplorando foreste e montagne verdi, solcando mari cristallini e ammirando cascate e giardini botanici tropicali. Il posto migliore per osservare gli animali nel loro habitat naturale? Una passeggiata all’interno dell’Ebony Forest Reserve a Chamarel. 

Da non perdere con i bambini: una passeggiata tra le coloratissime piante autoctone di Pamplemousses, il più antico giardino botanico di tutto l’emisfero australe. Qui c’è anche la palma Talipot: la leggenda dice che fiorisca solo una volta ogni sessant’anni prima di morire. Chissà che non siate fortunati da poterla ammirare!

Quando andare: la primavera e l’autunno sono i periodi più adatti per non incorrere in cicloni tropicali. 

Per informazioni: www.mymauritius.travel/it

Mauritius

In Norvegia, per una vacanza wild 

Dormire in una casa sull’albero è uno dei sogni di tanti bambini (e anche di molti genitori!): un viaggio in Norvegia – Paese indicato da più classifiche internazionali come uno dei più green d’Europa – può iniziare proprio da qui. Numerose sono, infatti, le strutture che offrono questo tipo di sistemazione, primo tassello di una vacanza all’insegna della natura selvaggia. Imperdibili sono i safari naturalistici, che permettono di ammirare da vicino alci, buoi muschiati, aquile e balene, le crociere tra i fiordi, lo spettacolo dell’aurora boreale, le corse sulla slitta oltre il Circolo Polare Artico e i bagni nelle “marmitte dei giganti”, grosse buche nella roccia che risalgono all’era glaciale.

Da non perdere con i bambini: una gita sul ghiacciaio. Nella zona dei fiordi e nel nord del Paese ce ne sono molti che è possibile attraversare facendo trekking, anche in percorsi family friendly per bambini dai 7 anni in su.

Quando andare: ogni periodo dell’anno in Norvegia ha il suo fascino. In inverno c’è tanto freddo, ma è il momento migliore per vedere l’aurora boreale; in estate il sole non tramonta mai e le giornate sono lunghissime mentre primavera e autunno sono l’ideale per le escursioni nella natura.

Per informazioni: www.visitnorway.it/

Le 30 destinazioni top di Lonely Planet 

Sostenibilità” è anche la parola chiave di “Best in travel 2022”, la guida annuale che raccoglie le 30 destinazioni più interessanti dell’anno secondo la storica guida di viaggi Lonely Planet, dalla quale ci siamo fatti ispirare anche noi per la nostra selezione.

Tra i viaggi più green, le mete top 2022 sono state scelte in tutto il mondo: dalle lontanissime isole Cook, in Polinesia, a Dublino, passando per Puerto Rico, il deserto di Atacama, il Nepal e l’Oman, la Borgogna, il Giappone e la nostra Firenze (unica “best” italiana), rappresentano un nuovo modo di esplorare il mondo più sostenibile, responsabile e rispettoso del pianeta.

best in travel 2022 lonely planet

 

Pubblicità
Pubblicità

I più letti

I più letti

Non chiamateli capricci!

Come affrontare queste espressioni di emozioni forti, che ancora chiamiamo “capricci”? Lo spiega Silvia Iaccarino, formatrice e psicomotricista