Pappa al pomodoro

Un classico della tradizione toscana che profuma di basilico. La pappa al pomodoro si può preparare con cottura classica o in vaso cottura

La pappa sl pomodoro è un piatto semplice, sano e gradito anche ai più piccini. Ve la presentiamo in versione classica o in “vasocottura”, un procedimento che permette di conservarla in frigo fino a due settimane. Il plus? È perfetta da portare in picnic o in viaggio. 

Ingredienti

  • ½ filone di pane toscano raffermo
  • 1 kg di pomodori freschi da sugo (d’inverno si può utilizzare la passata di pomodoro)
  • 1 cipolla rossa
  • 1 carota
  • 1 costa di sedano
  • 2 spicchi d’aglio in camicia
  • 1 mazzetto di basilico
  • 1/2 cucchiaio di zucchero di canna 
  • Sale
  • 160 gr di olio evo
  • Peperoncino (facoltativo)

La cottura classica

Tritare finemente cipolla, carota e sedano. Soffriggere a fuoco lento le verdure e l’aglio in camicia (a cui cioè non è stata tolta la pelle) in 80 gr d’olio. Aggiungere la passata di pomodoro, lo zucchero e cuocere per venti minuti, poi togliere l’aglio.

Tagliare a fette il pane e posarlo in una teglia; bagnarlo con due bicchieri d’acqua fredda. Lasciarlo ammorbidire, quindi strizzarlo, sbriciolarlo e unirlo alla salsa girandolo ogni tanto con una frusta. Cuocere per altri dieci minuti; correggere di sale, unire il restante olio, il basilico spezzato grossolanamente e per gli adulti un po’ di peperoncino.

Servire tiepido o a temperatura ambiente.

La vasocottura

Servono 4/6 vasetti per vasocottura da 300 gr, con il gancio e adatti al microonde. La shelf-life è di 15 giorni in frigo.

Mettere un cucchiaio di battuto di verdure per vasetto, un cucchiaino d’olio e un filo d’acqua.

Cuocere a 700 w per un minuto e mezzo.

Mettere in un recipiente la passata, lo zucchero, il pane sbriciolato, il basilico tritato e 60 gr di olio; mescolare e correggere di sale.

Versare il composto di pomodoro in ogni vasetto e, per chi lo gradisse, un po’ di peperoncino.

Cuocere due vasetti per volta a 700 w per 6 minuti e mezzo. Lasciar raffreddare, in modo che si crei il sottovuoto e finisca la cottura.

Conservare in frigo. Prima di consumare, scaldare due minuti e servire tiepido.

vasocottura

Leggi anche –> Your cocktail, baby (all’anguria)

 

Iscriviti alla newsletter

X