Le terme sulla neve, anche con i bambini

Cosa c’è di più rigenerante di un caldissimo stabilimento termale in alta quota? Le terme sulla neve sono un’esperienza, e si può andare anche con i bambini

Oltre alle piste di sci e a quelle per lo slittino, oltre ai tapis roulant e agli snow tube, c’è un’altra attrazione tipica delle montagne che può rendere speciale una vacanza sulla neve. Si tratta degli stabilimenti termali. Dopo una lunga giornata passata a fare sport e prendere freddo, non c’è nulla di più rigenerante che passare qualche ora nell’acqua bollente, magari abbinata a un massaggio da favola. Se pensate che sia un miraggio potersi concedere qualche ora di ritemprante benessere con i bambini, sappiate che vi state sbagliando: sono infatti sempre di più le Spa in cui le famiglie sono benvenute, e dove anche i più piccoli trovano trattamenti e spazi dedicati. Eccone alcune tra cui scegliere, in Italia o poco lontano. 

A Bormio con acqua bassa

Proprio in centro al paese, le terme di Bormio (SO) in Valtellina sono perfette per qualche ora di relax in famiglia. Oltre ai soliti trattamenti per adulti (sauna, bagno turco, idromassaggio) dispongono di tantissime aree kids con vasche ideate appositamente per i più piccoli. C’è per esempio una vasca con pupazzi simpatici, una per i nanetti, con acqua termale alta al massimo 60 centimetri, un’altra con uno scivolo a forma di delfino. Nelle piscine delle terme di Bormio si possono anche fare corsi di nuoto, a partire da quelli di acquaticità neonatale per i bambini dai 4 ai 36 mesi. I biglietti d’ingresso includono anche speciali pacchetti famiglia. 

Merano, anche all’aperto

Venticinque piscine tra area interna e parco termale esterno, con saune, trattamenti e un centro fitness attrezzato per fare un po’ di movimento. Alle Terme di Merano in Alto Adige c’è anche uno spazio dedicato ai piccoli ospiti, con assistenti e animatrici che possono prendersi cura dei bambini mentre i genitori si regalano qualche momento di relax di nel centro benessere. È il “regno dei bambini” (gratuito per i bambini dai 2 ai 10 anni) con giocattoli prevalentemente in legno e altri materiali naturali e tutto l’occorrente per attività di bricolage. Inoltre, per i bambini fino ai tre anni, l’ingresso alle terme è gratuito. 

In Val d’Aosta al Kinder Day

A Champoluc, in Val d’Ayas, il parco acquatico termale Monterosaterme offre una vasca dedicata ai più piccoli, con acqua profonda 40 cm e una temperatura di 34 gradi. Per le famiglie è disponibile anche la promozione Kinder Day, che permette di usufruire il mercoledì pomeriggio (dalle 15 alle 19) di un ingresso scontato a 27 euro per un adulto e un bambino. 

A Rabbi per le vie respiratorie

A un passo da Trento, in mezzo alla rigogliosa natura della Val di Rabbi, si trovano le Terme di Rabbi, a poco più di mille metri d’altitudine.

Il centro termale è dedicato non solo agli amanti del relax, a cui sono rivolti moltissimi trattamenti anche innovativi.  Tra questi, il bagno di fieno e acqua termale con impacco depurativo al fegato per chi sceglie le terme per scopi curativi e terapeutici.

Alcune terapie possono essere un toccasana anche per i bambini che hanno bisogno di curare affezioni al sistema respiratorio, per i quali alle terme di Rabbi è previsto un reparto specifico con spazi per il gioco. Nell’hotel annesso allo stabilimento termale, inoltre, è a disposizione su richiesta il kit per bambini, con fasciatoio, riduttore per wc, sponde per i letti, baby monitor e tutto l’occorrente per godersi una vacanza serena. L’accesso alla Spa, però, è consentito a partire dai 14 anni di età. 

spa bambini

Curative a Saint Vincent

Alle Terme di Saint Vincent i bambini sono i benvenuti a partire dai dieci anni di età, quindi sono la destinazione adatta solo alle famiglie con figli un po’ più grandicelli. Qui però anche loro potranno godere dell’oasi di salute con le cure termali, decisamente terapeutiche per prevenire e curare affezioni delle vie aeree superiori e inferiori. Gli effetti terapeutici dell’acqua di Saint Vincent, riconosciuti dal Sistema Sanitario Nazionale, sono positivi anche a livello gastrico e intestinale. 

 

Antinfiammatorie sulle Majella

Le terme di Caramanico, alle falde della Majella, in Abruzzo, possono contare su due acque minerali: una sulfurea con proprietà antinfiammatorie e l’altra oligominerale diuretica. 

Entrambe hanno effetti benefici e possono essere un utilissimo supporto per diverse terapie curative. 

A questo scopo, per i più piccoli, c’è anche un grande reparto pediatrico inalatorio dove fare cure come aerosol e nebulizzazioni.  Un momento di divertimento con i giochi e le attività didattiche messe a disposizione dei bambini. 

terme cardanico

Benessere oltreconfine

Vicinissima all’Italia, Monetiers les Bains è famosa per le sue acque salutari sin dai tempi degli antichi romani. Una piscina coperta, tantissime aree benessere e anche una piscina d’acqua calda all’aperto. In questo stabilimento sulle Alpi francesi, all’interno del parco nazionale des Écrins, possono entrare tutti i bambini a partire dai nove mesi (sotto ai tre anni gli verrà richiesto di indossare un pannolino a costumino, che comunque potrete trovare in vendita presso la boutique interna). Ci sono anche degli interessanti biglietti d’ingresso dedicati alle famiglie. 

Austriache e bellissime

A Langenfeld, in Austria, Tirol Therme è una destinazione termale da sogno, con dodici piscine interne ed esterne pensate per osservare in pace i paesaggi innevati delle montagne circostanti. Le famiglie sono le benvenute: all’interno delle terme c’è una zona dedicata proprio a loro.  Il parco dei divertimenti acquatico è costruito sul ponte di una barca e uno scivolo a tubo di 90 metri a forma di serpente adatto a tutte le età. 

Svizzeri con gommoncini

Il centro termale di Leukerbad, in Svizzera, è un’altra destinazione perfetta per le famiglie che vogliono rilassarsi e divertirsi nell’acqua calda. C’è una piscina termale dedicata ai piccolissimi (fino ai quattro anni) poco profonda e con tanti elementi ludici tra cui pupazzi e  fontane, che permettono ai bambini di prendere confidenza con l’acqua. Ce n’è anche una per i bambini più grandi, con acqua a 35 gradi, uno scivolo ad acqua e una casetta gioco. Per tutta la famiglia, c’è uno scivolo “xtube” con gommoncini a due posti, lungo 106 metri con atterraggio al coperto. In più, percorrendo la scala a chiocciola che porta in cima, potrete godere di un bellissimo panorama sulle montagne circostanti. 

Magica Slovenia

Terme Catez è uno dei centri termali più rinomati d’Europa, nonché il più grande della Slovenia: aperto sia d’estate che d’inverno, oltre alle consuete cure wellness e terapeutiche propone tantissime possibilità di divertimento. Sotto le cupole della “Riviera Termale” invernale ci sono oltre 2300 metri quadri di piscine con attrazioni di ogni genere. Cascate, scivoli, trampolini, toboggan black hole con effetti luminosi e un castello dei pirati per gli ospiti più piccolini. Nella piscina dedicata ai bambini possono giocare in tutta sicurezza, visto che l’acqua è profonda appena 20 centimetri. Si possono acquistare convenienti biglietti family. 

Le più alte d’Europa

L’acqua delle terme di Levico e Vetriolo è nota in tutto il mondo per le sue qualità: dalle montagne, a oltre 1500 metri sul livello del mare, sgorgano due tipi di acque, entrambe ricche di ferro e altri preziosi elementi minerali: l’acqua forte (quella usata per i trattamenti termali) e l’acqua debole. Le terme di Vetriolo sono il più alto centro termale d’Europa. Anche per questo sono un vero toccasana per chi cerca cure per malattie alle alte e basse vie respiratorie. Questo ovviamente, vale anche per i bambini, che hanno uno sconto del 25% su tutti i trattamenti fino ai dodici anni.

spa bambini

Leggi anche –> Il bagno “wild” nelle terme libere (anche con i bambini)

[codepeople-post-map id="97231"]

Iscriviti alla newsletter

X