Alla scoperta del Tirolo Orientale

Un percorso a piedi, zaino in spalla e poco più, proseguire in una comoda cabinovia e ritrovarsi tra malghe e locande d’alta quota. Ecco a voi lo scenario dell’Osstirol, il Tirolo orientale

Se programmate una settimana di vacanza lasciandovi alle spalle rumori e affollamenti per incontrare la natura selvaggia di giorno, la buona cucina e l’accoglienza dei piccoli centri abitati alla sera, questa è la meta da non perdere. Una natura instancabilmente selvaggia, che viene a prendervi a media quota, nella tranquillità assolata di paesini che sonnecchiano incantevoli tra montagne di tremila metri, pascoli, torrenti e zone ancora campestri, ordinate da secoli di tradizione contadina di montagna. 

Trekking lungo il fiume glaciale

Dalla soleggiata Lienz, nel verde fondovalle, si snoda Iseltrail, 74 km di itinerario adatto a tutti, fino alla porta artica del ghiacciaio all’interno del Parco Nazionale Alti Tauri. 

Sempre accompagnati dal rinfrescante elemento primordiale dell’acqua, superando pianure erbose, banchi di ghiaia, gole, rapide e cascate potrete raggiungere i punti belvedere e stupirvi delle mille forme dell’acqua.

Lungo il percorso il fiume si mostra ora posato ora scrosciante e baldanzoso, su scenari che fotograferete ancora e ancora. Scoprirete un corso d’acqua teatralmente fragoroso, poi quieto, poi di nuovo spumeggiante.  

Potete programmare di percorrere il cammino interamente a piedi, oppure utilizzare le ottime linee di bus, pernottare ogni sera in un alloggio diverso, oppure di lanciarvi all’avventura in tenda, perché ci sono numerosi campeggi lungo il vostro trekking. 

Montagne per gnometti

“Prima attraversiamo la gola, poi superiamo un prato di stelle alpine. Vince chi arriva primo al bosco di larici profumati!”.

Il programma giornaliero di un tour con i ranger del Parco Alto Tauri in famiglia offre questo.

Oppure si va a lavare l’oro nel Wonky-Tonky Fluss e le cave ghiacciate aspettano tanti piccoli gnometti – come vengono chiamati i bambini nell’ Osttirol – per lasciarsi scoprire e indagare in ogni piccolo anfratto. 

Parco giochi in alta quota

Sull’Ochsenlacke, presso la Mooseralm, nella zona di escursioni delle ferrovie di montagna di Sankt Jakob, c’è una nuova attrazione che piace alle famiglie, con giostre pluridimensionali belle da togliere il fiato. 

Qui, a 2350 metri di altitudine, gli gnometti troveranno i cinque custodi dei tesori dell’acqua montana: Salmo la trota di fiume, Anura la rana, Odo la libellula, Uro il tritone alpino e Cinni il merlo acquaiolo.

osstirol

Il percorso avventura di Zettersfeld e il Kindermeile

Ormai ci avrete preso gusto: si fa colazione, ci si veste comodi, si prepara lo zaino e poi su, tutti in funivia!

Bellissimo è il percorso in quindici tappe-gioco dello Zettersfeld, dove correre, giocare, rilassarsi ad alta quota e scoprire la vita della montagna con le storie avventurose di Steiner Mandl, mascotte del parco.

Per le famiglie con bimbi piccoli c’è la Kindermeile sul Golzentipp, con un sentiero dolce e adatto anche ai passeggini.

Otto tappe-gioco con un corso d’acqua, una prova di destrezza in arrampicata su tronchi di legno, un labirinto e il luogo delle meraviglie. E’ il belvedere presso lo Speichersee, con lo scenario incantevole del Großglockner a nord fino alle Dolomiti di Lienz e alle Alpi del Gailtal, per arrivare al crinale carnico, al confine con l’Italia.

Se avete ancora energie (ma le avrete, perché i percorsi sono alla portata di camminatori anche poco esperti) sappiate che a soli venti minuti vi aspetta il libro di vetta del Golzentipp! 

Tornati a valle, fatevi guidare dall’olfatto ed entrate nel ristorante tipico che più vi ispira. Le ricette del Tirolo vi aspettano, servite da camerieri con abiti tradizionali. Ve lo siete meritati!

Per ulteriori info visitare il sito web del Tirolo Orientale.

osstirol

 

Leggi anche –> Valsesia, la montagna a misura di famiglia

Iscriviti alla newsletter

X