Cinque abitudini per insegnare ai bambini il risparmio dell’acqua

Dal 25 al 30 agosto la Svezia lancia la World Water Week: una settimana interamente dedicata all’acqua, fondamentale per l’uomo eppure sempre più inquinata e sprecata

Si tratta di un grande evento che raccoglie esperti provenienti da tutto il mondo e che ha come obbiettivo quello di trattare con attenzione i rischi legati allo spreco e all’inquinamento e lavorare sulle possibili soluzioni per preservare questo bene prezioso.

La scarsità di acqua sta diventando un problema serio e spesso é causa di carestie e migrazioni in numerosi paesi del mondo. 

Gli adulti devono essere i primi a non dimenticarlo, ma è giusto che i bambini, o “adulti di domani”, siano sensibilizzati e imparino a valorizzarla.

Cambiare le proprie abitudini é un punto di partenza.

Ecco qualche piccolo accorgimento da mettere in pratica tutti insieme e in maniera divertente. 

Riutilizzare l’acqua

Una gran parte dell’acqua impiegata per uso domestico – come quella della pentola per cuocere uova o verdure – può essere riutilizzata. Come? Per bagnare le piante, per esempio.  

E l’acqua piovana? Se lasciamo fuori bottiglie o recipienti quando fuori piove, avremo acqua a sufficenza per l’irrigazione del giardino durante i periodi di siccità, per lavare l’auto oppure i pavimenti. 

Utilizzo controllato e responsabile dei rubinetti 

È importante insegnare ai bambini a chiudere i rubinetti in maniera corretta per evitare perdite o gocciolamenti, ma sopratutto a non lasciare scorrere l’acqua inutilmente mentre ci si lava i denti o ci si insapona sotto la doccia.

Imparare a chiudere il rubinetto quando non è necessario è una delle azioni più utili che possiamo fare per il nostro pianeta. 

Utilizzare il WC in modo corretto 

Bastoncini per le orecchie, filo interdentale e tutto ciò che non è carta igienica deve rimanere fuori dal WC e andare nel cestino. 

In caso di presenza di doppia cisterna, è bene imparare la differenza tra il pulsante grande (che impiega maggiore quantità di acqua) e quello piccolo.

Sostituire la vasca con qualche doccia

Sapevate che scegliendo la doccia (ovviamente usata secondo l’ottica del rubinetto responsabile) risparmiamo 4000 litri d’acqua al mese?

I bambini preferiscono indubbiamente la vasca, dove possono trascorrere un momento di relax e di gioco tutto per loro. Ricordiamoci che spesso hanno bisogno della metà dell’acqua per giocare (specialmente in estate) e che ridurre qualche bagnetto sostituendolo con una doccia veloce garantisce un grande risparmio di acqua.

Inoltre, teniamo in considerazione la possibilità di raccogliere e riutilizzare l’acqua che lasciamo scorrere in attesa che arrivi quella tiepida.  

Riempire gli spazi della lavastoviglie e della lavatrice 

Fare attenzione a massimizzare gli spazi vuoti di elettrodomestici che usiamo quasi quotidianamente come lavatrice e lavastoviglie: ridurremo sicuramente il numero di lavaggi. Al contrario di quello che pensiamo, lavando a mano piatti e vestiti viene generalmente consumata più acqua. 

E per chi volesse provare, UNICEF ha lanciato la vendita di compresse per la purificazione dell’acqua in grado di convertire 4/5 litri di acqua grigia in acqua potabile, riutilizzabile per uso domestico. 

Iscriviti alla newsletter

X