La Svezia riconosce lo stipendio ai nonni che si prendono cura dei nipoti

È che il Nord Europa è avanti, lo sappiamo. Sappiamo anche che in Italia i figli si fanno tardi e con tante paure, che non esiste un sistema di sostegno per chi -nonostante tutto- una famiglia la vuole. I nonni sono allora una risorsa, sempre di più, e un Paese avanti come la Svezia ha deciso di valorizzarlo e riconoscerlo addirittura con uno stipendio mensile per chi si prende cura dei nipotini.

Il programma

Si tratta di un programma pilota, in partenza dalle province di Stoccolma e Dalarna ma che in base ai risultati potrebbe estendersi su altre città. Hanno partecipato alla sperimentazione mille famiglie che hanno avuto modo di riorganizzare i compiti e ruoli di cura e lavoro. Ai nonni e alle nonne che si sono impegnate a occuparsi dei nipotini è stato riconosciuto uno stipendio di 940 corone al mese, 100 euro circa.

Gli obiettivi

Il programma è stato pensato dal governo svedese con l’obiettivo di aumentare l’occupazione del Paese e facilitare il rientro lavorativo dei genitori e delle neomamme. L’occupazione delle donne dopo la nascita di un figlio è un problema sempre più attuale. I nidi o le baby sitter costano tanto per cui molto spesso alla mamma conviene stare a casa e rinunciare al posto di lavoro piuttosto che delegare a servizi esterni la cura dei propri figli. Con questa proposta, i genitori possono permettersi di lavorare e di chiedere ai nonni di guardare i nipotini mantenendo comunque un’entrata mensile.

 

Leggi anche: Caro figlio, ma quanto mi costi?

Mettersi in proprio. La conciliazione tra essere mamma e partita Iva

Iscriviti alla newsletter

X