On the road con bambini? Camper!

da | 17 Giu, 2022 | Lifestyle, Viaggi

Comodità, socialità, flessibilità e divertimento: con Yescapa le vacanze in camper sono family-friendly!

Chi ha bambini lo sa: le vacanze perfette vanno organizzate comode.

Comode nell’abbigliamento, comode nella flessibilità di itinerari e visite, comode nell’alternare cultura, gioco, relax.

Ecco a voi le 3 G dei camper: Grandi Ruote (impossibile non innamorarsene), Grandi Vedute panoramiche (perché i finestrini formato XXL non sono più solo dei genitori, ma anzi i salottini posteriori sono il non plus ultra) e Grandi Giochi all’aria aperta (perché in camping e nelle aree attrezzate fare amicizia è facile e immediato).

Per questi (e per tanti altri motivi) le vacanze in camper sono family friendly. In viaggio con Yescapa ne abbiamo trovati altri dieci, prima che finisse lo spazio. 

1. Partiamo in camper: costruiamo la road map insieme ai bambini

Quando si viaggia con bambini non ci si può permettere di improvvisare: il viaggio va pianificato prima della partenza, facendo il check della vettura e programmando le tappe, calcolando che non ci sia troppa strada e che non passino troppe ore tra una e l’altra. Se i bambini sono già grandicelli, coinvolgiamoli nei preparativi, magari offrendo loro una rosa di itinerari e posti da vedere, tra quelli che rientrano nel percorso scelto da noi genitori.

2. Momento Marie Kondo

 Il bello di viaggiare con una “casa mobile” è che non bisogna fare e disfare in continuazione le valigie. Il camper ha spazi limitati ma pratici ed efficienti, dunque non troppi bagagli, vestiti comodi e facilmente lavabili.  Più difficile è avere il controllo della camicia stirata ma nell’evenienza le aree di sosta più attrezzate forniscono anche quel servizio. 

Se i vostri bambini sono nell’età delle borsette, dei contenitorini e apprezzano dare un’impronta agli interni affidate loro un paio di stipetti, con il compito di tenerli ben organizzati. A volte le idee vincenti valgono da sole il relax di metà vacanza!

3. La flessibilità

Quando si viaggia in famiglia l’iter di viaggio non può essere rigido. Bisogna essere pronti a modifiche, a fermarsi un giorno in più qui e a spostarsi ancora un po’ in là se non si trova la spiaggia giusta perché magari c’è un tratto di costa troppo profondo o affollato. Nessun problema, basterà rimettersi in marcia!

Potersi fermare di più nel luogo inaspettato che sulla guida sembrava cosa da un gelato e via e invece vi ha rubato il cuore è una sensazione di libertà ossigenante. Viceversa, se arriviamo in un luogo deludente, siamo liberi da vincoli: ci si rimette in marcia et voilà, tutto si risolve. Impagabile.

4. Camper life, eco life

Ovunque voi andiate, quella che avete scelto è una vacanza che può davvero essere green. Green nei percorsi (la bellezza delle strade panoramiche al tramonto), green nei consumi (confrontateli con un aereo o con una nave da crociera…), green nei luoghi delle vostre soste. In più, nella flotta Yescapa non mancano i mezzi con il pannello fotovoltaico: fateci caso!

5. #VANLIFE

Svegliarsi al mattino, tra il sole e il vento e scegliere dove andare. Viaggiare a ritmo lento, oppure veloce, ma vostro. Solo vostro. Grazie al camper sharing, con prenotazione di veicoli di privati, si può trovare il  mezzo che fa per voi e partire dalla città più comoda a seconda dell’itinerario ipotizzato! Sarete liberi di assaporare il senso di libertà on the road, che il grand hotel non vi dà: infatti voi avete scelto il camper, ragazzi!

6. Sprovveduti, mai!

Giocate d’anticipo e prevedete qualche attività “liberatutti”. Perché il capriccio del più piccolo ma anche la giornata no della più grande capiteranno. Nessun problema, siamo genitori, non si annega in un bicchier d’acqua. Distraeteli con giochi, filastrocche, canzoni o magari raccontando aneddoti sui luoghi che state percorrendo, così che le immagini restino ancora più impresse nella memoria. E poi si vincono punti: per chi va a comprare al negozio del camping o per chi sceglie cosa si mangia o dove ci si ferma. Le possibilità in camper si moltiplicano, approfittatene.   

7. Salottino mon amour

Facciamo una previsione: i vostri bambini ci metteranno pochissimo a piantare radici nel cuore nevralgico del vostro camper: poltroncine comode, magari tv, cucina vicina vicina e finestroni panoramici. Per leggere, per giocare, per monopolizzare il camper dal centro, esattamente dal centro. 

8. Il lettone

Certo, il lettone non è king size, bisogna adattarsi, ma il delizioso oblò e le finestrelle con le tendine da tirare sono piuttosto romantici. Un consiglio: non affezionatevi troppo e no esclusive. Presto i vostri bambini si arrampicheranno su per la scaletta e a fine giornata vi troverete giornalini e giochini tra i piedi e altri millemila indizi che sì, i bambini hanno colonizzato anche il lettone.

9. Per i più piccini

 Se viaggiate con bambini molto piccoli, assicurate il lettino con delle sponde e non dimenticate i paracolpi. Controllate poi che la postazione dei cuccioli sia ben “alloggiata” mentre siete in movimento e che il seggiolino sia conforme alla normativa europea in base all’età. Questo eviterà anche sobbalzi e movimenti che potrebbero provocare mal d’auto. Su questo punto buone notizie: il camper ha spazi ampi e anzi, molti bambini che patiscono un po’ l’auto in camper notano la differenza, in super positivo. Si leggono anche benissimo i fumetti, per dirne una!

Se è la vostra prima esperienza, prevedete un fine settimana di rodaggio prima della vacanza vera e propria per vedere come va.

10- App e passaparola mon amour

 Per le soste, scegliete sempre aree attrezzate di camper service, fornite anche di elettricità (allacciamento 220 V) e acqua potabile, di cui è bene fare rifornimento. Verificate inoltre che nelle zone scelte ci siano strutture per far scorrazzare i bambini liberi senza correre rischi. Per viaggiare in tranquillità pianificate le soste in anticipo (le app Caramaps o PARK4NIGHT vi possono essere utili). Un’alternativa originale è il giardino di un privato: così come su Yescapa è possibile condividere un camper con un privato, gli iscritti al sito Gardensharing aprono il proprio giardino a viaggiatori, che possono sostare con il loro van, oppure sistemarsi nelle aree attrezzate con yurte, camper, case di legno, case sull’albero. 

… e 11. Ultimo, ma non ultimo

La prima vacanza in camper non si scorda mai. Difficilmente chi prova l’esperienza la lascerà isolata. Anzi, come accumulatori seriali i perfetti camperisti che incontrerete nelle aree di sosta non fanno che parlare del loro viaggio di qui e di là. Facendolo, sorridono e quasi vedi i loro occhi che brillano: avete capito anche voi perché?

Viaggiare con Yescapa

…Yescapa significa anche entrare a far parte della più grande community di viaggiatori on-the-road d’Europa. Scopri le ricchezze del Vecchio Continente, fuori dai sentieri battuti, avvicinati alla natura, incontra la gente del posto: che tu sia un appassionato della vanlife, dei viaggi slow o dell’avventura, ci sono mille modi per viaggiare in camper approfittando appieno delle gioie di una casa-mobile.

Yescapa agisce da intermediario di fiducia tra proprietari che condividono il loro veicolo nei momenti di inutilizzo e viaggiatori curiosi di scoprire questo tipo di vacanza, accompagnandoli ad ogni passo!

www.yescapa.it

yescapa

Pubblicità
Pubblicità

I più letti

I più letti

Non chiamateli capricci!

Come affrontare queste espressioni di emozioni forti, che ancora chiamiamo “capricci”? Lo spiega Silvia Iaccarino, formatrice e psicomotricista