L’ABC della seduzione: rimettersi in pista tra scappatelle e separazioni

Prima o poi capita a tutti di dover rispolverare l’ABC della seduzione. Siete sicuri di riuscire ad arrivare al prossimo appuntamento con un minimo di smalto?

Tra separazioni, divorzi e scappatelle, prima o poi capita a (quasi) tutti i genitori di dover rispolverare l’ABC della seduzione. Lo avevate riposto in un cassetto dopo la nascita dei bambini (sinceramente pensavate che non ce ne sarebbe più stato bisogno!). Ed ora eccovi là, di nuovo single, magari un po’ frustrati, con qualche chiletto di troppo, la ricrescita dei capelli e i calzettoni di lana.

Nessuno vi giudica. Forse vi state rimettendo in pista dopo una separazione. Forse state coltivando una storia clandestina perché la vostra coppia è troppo coppia letargica. Forse semplicemente è ora di tornare a fare una prima timida uscita a due con il partner storico, dopo anni di azzeramento ormonale.

Qualunque sia il motivo, vorreste tanto essere ammalianti e indimenticabili. Da dove cominciare? Tornare nel mondo della seduzione è una buona cosa. Significa riappropriarsi di sé, dopo essersi messi in secondo piano per tanto tempo e con delle buone scuse. Ma se la coltivazione del sé più smagliante richiede tempo e voglia, ecco alcune dritte veloci per arrivare a un appuntamento romantico con un minimo di smalto. Per non sfigurare troppo, insomma!

Datevi un tono

Ok, la forma non è più quella dei vent’anni e ci sta, ma la mollezza di chi non si è guardato allo specchio da quando ha smesso di correre dietro ai bambini piccoli non è cosa. Proviamo a riprendere un po’ di tono muscolare: se le giornate son troppo corte e strette, svegliamoci 10 minuti prima e facciamo ginnastica seguendo qualche coach cattivissimo su Youtube. Oltre al fisico, ne giova l’umore.

L’abito fa il seduttore

Via  i maglioni oversize da mamme e papà rinchiusi troppo a lungo nel loro ruolo. Fasciamoci di tessuti accarezzabili, sostituiamo i mutandoni con la lingerie e azzardiamo una mise leggermente più audace. Almeno per una sera.

Incantare con le parole

Come ritrovare la brillantezza degli anni andati quando le conversazioni per anni hanno ruotato intorno a caccapupù, pappe&nanne? Provare a memorizzare gli ultimi tre numeri di Internazionale tutti in una sera per recuperare il terreno perduto ci fa solo sentire terribilmente inadeguati. Se abbiamo poco da dire, puntiamo sull’ascolto per i primi appuntamenti, e nel frattempo diamoci da fare!

Il piacere della leggerezza

Dimentichiamo per un paio di ore le complicazioni della vita da genitori, godiamoci il momento, con leggerezza, azzerando i pensieri rivolti a tutte le magagne che ci aspettano al ritorno a casa.

Lasciamo a casa mamma e papà

Qui si gioca il gioco dei grandi, senza autocompiacersi e giustificare le proprie manchevolezze causa bimbi – ci sono panteroni dietro l’angolo pronti a sbranarsi il nostro compagnuccio di seratina, stiamoci dentro!

Iscriviti alla newsletter

X