Siate come vi sentite di essere: i libri illustrati

Invitare i bambini a essere quello che vogliono essere, senza paura dei pre-giudizi. Ecco due libri illustrati.

Non c’è invito migliore per i nostri figli ma anche per ogni bambino e bambina, per ogni adulto che cercare di essere quello che si desidera essere, al di fuori dei giudizi e dei pregiudizi.

Ci sono due libri illustrati che lo fanno esplicitamente: invitare a essere ciò vogliamo essere, senza vergognarsene mai.

Nei panni di Zaff, Fatatrac

Bellissimo e divertente, irriverente il giusto, ironico, “Nei panni di Zaff”, scritto e illustrato da Manuela Salvi e Francesca Cavallaro per Fatatrac, racconta di Zaff che vuole essere una principessa. “Le principesse il pisello non ce l’hanno!” continuano a ripetere gli amici, prendendolo in giro. I maschi possono essere re, principi, ingegneri, meccanici, marescialli, ma principesse proprio no. “Ma che fastidio vi da? Lo nasconderò ben bene sotto la gonna, i pizzi e i fiocchi!”, risponde lui. Poi compare una bambina, dalla voce arrabbiata, forte e decisa. “Sono 200 anni che faccio la Principessa e sinceramente sono stufa marcia. Voglio fare il portiere della squadra di calcio”. Così, si sfila il vestito di merletti e fili d’oro e lo fa indossare a Zaff: “Sarai la Principessa col Pisello, e che nessuno fiati”. Conclude decisa, mentre si infila la divisa e le scarpe coi tacchetti da calciatore. Ed è così che scoprirono il segreto di vivere per sempre felici e contenti. Un bel testo, immediato nelle illustrazioni e con poche battute ma decise. Ruba tante risate e si, decisamente valorizza il gusto e le preferenze di ciascuno.

Julián è una sirena, Franco Cosimo Panini

Le illustrazioni in acquerello di Jessica Love, illustratrice e autrice americana, sono delicate e dolcissime, così come la storia di accettazione e complicità che racconta in “Julián è una sirena“, edito da Franco Cosimo Panini. Julián è in metropolitana con la nonna e vede tre bellissime donne vestite da sirena. Julián ama le sirene. Le ama talmente tanto da volersi vestire anche lui da sirena: così mentre la nonna è in doccia prende dei fiori e una tenda e si fa una lunga coda e una bellissima corona in testa. La reazione della nonna è di una intimità e meraviglia che solo delle illustrazioni così silenziose, colorate e pacate hanno potuto perfettamente rendere.

“Vieni qui, niño”, dice la nonna sporgendogli una collana.

“Dove andiamo?”

“Ora vedrai”.

“Sirene” sussurra Julián.

“Come te, niño. Andiamo con loro”.

Leggi anche

Luis Sepulveda, scrittore per bambini e ragazzi

 

Iscriviti alla newsletter

X