Adrenalina in gioco

Lunga o corta, noiosa o stimolante, d’estate si trova sempre un momento per decidere di provare un’emozione da brivido in compagnia della famiglia o dei propri amici. Abbiamo provato a esplorare le opportunità che la città offre e siamo rimasti sorpresi dalla varietà di attrazioni dedicate agli amanti dei giochi di squadra, dei rompicapo e dell’adrenalina. Accanto ai parchi di divertimento che da anni, chi più chi meno, siamo abituati a frequentare sono nati nuovi centri che propongono attrazioni del tutto nuove da esplorare.

Laser game e paintball
La sfida si affronta in squadra, l’obiettivo è la conquista della base nemica. Per farlo si mettono in campo strategie, tattiche e azioni mirate, tutto in sicurezza, muniti di un’arma a raggi infrarossi totalmente innocua. Il Laser game si pratica in arene al chiuso dove luci, fumo ed effetti speciali ci fanno sentire i protagonisti di un gioco per la play station o di un episodio di Star Wars. Con la differenza che qui si fa attività sportiva che non coinvolge solo le dita delle mani… L’accesso è consentito dagli 8 anni in su, la sera e durante i weekend, sempre su prenotazione. La partita dura circa 25 minuti. A Milano si pratica al Qzar (presso il Bowling dei Fiori, via Renzo e Lucia 4, telefono 02 8435728, www.qzarmilano.com), all’Xcalibur Laser Game (via Mecenate 77, telefono 02 87187069. A Buccinasco, via Lazio 95, telefono 02 99205193, www.xcalibur.it) o al Q-Fun (via Petrarca 34, Giussano, telefono 392 8831898, www.qfungiussano.it). In Piemonte si gioca al nuovo Laser Park di corso Sebastopoli 123 a Torino (al Pala Alpitour, telefono 011 6164545 / 346 8122258, www.laserparktorino.it) e nelle più classiche arene come Q-fun di Leinì (telefono 333 8747888, www.lasergameleini.it), Xcalibur di Rivoli (telefono 348 5555959, www.xcaliburtorino.com) e Qzar di Moncalieri (al centro commerciale 45° Nord, telefono 011 6471757, www.qzartorino.it).

Sempre per gli amanti della guerriglia c’è un’attività tutta movimento e tattica: il paintball. Qui ci si protegge con l’attrezzatura, di solito fornita dai gestori e, muniti di un fucile caricato a palline di colore, ci si sfida fino all’ultimo colpo. Mamme non vi preoccupate, il colore è lavabile. Le arene si trovano all’aperto e occorre prenotare. Accesso dagli 8 – 9 anni all’associazione sportiva dilettantistica Paintball Milano (via De Amicis 6, Buccinasco, telefono 328 5956896, www.paintballnow.it). Dai 10 anni in su da Apokas Paintball (a Merate e a Paderno Dugnano, telefono 327 3850373, www.apokaspaintball.it).

Adrenalina liquida
Nella calura estiva cosa c’è di meglio di un tuffo rinfrescante condito con un po’ di adrenalina? Per i ragazzi e i loro accompagnatori, che non hanno paura di bagnarsi dalla testa ai piedi, da qualche tempo è possibile fare wakeboard. Di cosa si tratta? È uno sport nato dall’unione tra lo sci nautico (il traino) e lo snowboard (la tavola). Di solito è praticato sui laghi dove si posizionano cavi e tralicci che trainano i “riders” sull’acqua. Sempre in acqua sono disposti speciali scivoli e pedane dedicati ai più agili e temerari che si possono cimentare in salti e acrobazie. È possibile fare wakeboard a partire dai 6 – 7 anni, sempre su prenotazione. Si può provare all’Aquapalo (a 20 km da Milano, all’interno del parco Aquaneva, via Verdi snc, Inzago, telefono 02 95310874, www.aquaneva.it) o all’associazione sportiva Teleski 2002 (all’interno del Green Village Sporting Club di Gudo Gambaredo nel comune di Buccinasco, via De Amicis 6, telefono 348 8702112, www.cablemilano.it). A Torino non c’è il mare ma c’è il Bunker. E cos’è il Bunker? Un luogo un po’ speciale, con un laghetto artificiale sul quale si può praticare il wakeboard, ma anche un posto tranquillo e piacevole, dove vengono organizzati eventi, corsi e in cui si può passare un pomeriggio rilassante. Intorno al laghetto ci sono infatti alberi, orti e alcune comode sedie a sdraio costruite con materiali di riciclo come pallet di legno, ci sono degli ombrelloni, degli spogliatoi e una bellissima doccia. Una volta pronti, via, si parte sulla tavola trainati da un impianto tipo skilift. C’è chi fa salti e acrobazie, ma per le prime volte un buon risultato è già raggiungere l’altra parte del laghetto. La “run” dura 10 minuti (di più è veramente faticoso) e costa 10 euro, più 3 euro per il noleggio dell’attrezzatura (ma solo per la prima run della giornata). Per bambini e ragazzi ci sono numerose promozioni. Prima di andarci, prenotare il giro per essere sicuri di non aspettare troppo, specialmente nel weekend. Inoltre, se i bimbi si appassionano a questo sport, l’associazione Variante Bunker Sport organizza corsi per ragazzi dai 5/6 anni fino ai 17 anni, con la possibilità di abbonamenti infrasettimanali mensili, dal lunedì al giovedì, dalle 12 alle 19. Il Bunker si trova in via Paganini 0/200 a Torino: per seguire le varie iniziative organizzate nell’estate – come l’aperitivo del giovedì sera – consultare la pagina Facebook dell’associazione o il sito www.variantebunker.com.

Adrenalina in pista
Ehi! Siete stanchi delle macchinine a gettone e volete tuffarvi nelle avventure di Mario Kart? In alcune strutture come da Topfuel Racing in Lombardia è possibile provare a guidare un vero kart e volendo si può organizzare anche la festa di compleanno sulla pista, o meglio ai bordi, perché in pista sfrecciano i bolidi. Attività a partire da 8 anni di età o altezza superiore a 130 centimetri. Per i genitori c’è un lungo e dettagliato modulo da compilare dove sono elencate tutte le regole da osservare per divertirsi in sicurezza. Occorre sempre prenotare. Topfuel Racing Milan Arena si trova a Vignate (strada Provinciale 103 Cassanese, km. 10, telefono 02 40707301, www.topfuelracing.it). Per gli aspiranti Nuvolari, Mokart mette a disposizione kart per i piccoli dai 5 ai 9 anni e kart medi per i ragazzini dai 9 ai 13 anni. Organizza anche corsi di guida sicura per ragazzi. L’accesso alla struttura è su prenotazione e il sabato e la domenica c’è una fascia oraria dedicata ai piccolini, dalle 15 alle 16, in cui sono in pista solo loro. In ogni caso i primi giri si fanno accompagnati dai genitori. Fuori dalla fascia oraria dedicata devono attendere la fine sessione degli adulti. Mokart è a Cinisello Balsamo (viale Brianza 95, telefono 02 66014392, www.mokart.it).

Come paracadutisti. Senza paura (e senza rischi)
Siete alla ricerca di un regalo di compleanno per il vostro piccolo che sia indimenticabile, elettrizzante e completamente inaspettato? A Torino c’è un’ottima proposta: Fly Experience, una galleria del vento montata in verticale. Le persone possono entrarci e volare trascinate dalla corrente d’aria generata al suo interno. L’esperienza di volo è consigliata per i bimbi dai 4 anni in su e abbiamo visto bimbe di 9 anni affrontare la prova con coraggio e divertimento. Consigliata la registrazione sul sito, estremamente comoda: si prenota il giorno e ci si presenta con un’ora di anticipo all’appuntamento. Se avete avuto la forza di non anticipare nulla al pargolo lo stupore che mostrerà quando arriverà all’ingresso dell’edificio, situato nel centro commerciale Le Gru di Grugliasco (TO), è impagabile. Dopo la registrazione si sale nella zona di preparazione; qui un maestro fornirà tuta, casco e tappi per le orecchie: il vento all’interno del tubo di aerazione oscilla tra i 180 e i 250 chilometri all’ora e non deve essere preso sotto gamba. Si procede con una breve lezione: le posture per galleggiare, per salire e scendere la corrente, per virare e così via. Al termine si entra nell’area di volo: la tensione è alle stelle. A fianco un gruppo di paracadutisti studia ancora una volta la formazione, muovendosi su tavole girevoli prima di provarla nel tunnel. L’esperienza di volo prevede due passaggi di un minuto ciascuno. Un minuto sembra poca cosa, ma quando siete dentro è veramente molto. Ogni volo è individuale: ci sarà solo il ragazzo col maestro. Nel primo minuto si prende confidenza col vento fino ad arrivare a stare immobile in mezzo all’uragano che imperversa nella galleria: pensate a cosa potrebbe succedere se si mettesse la mano fuori dal finestrino sfrecciando a 190 chilometri l’ora! Nel secondo minuto, se ve la sentite, si inizia a fare la prima timida acrobazia: si vola roteando su e giù per il tunnel. Si esce frastornati ma euforici. I nostri bimbi hanno subito chiesto il bis: “Questa volta però – hanno aggiunto – lo fate anche voi genitori”. Per informazioni e prenotazioni: telefono 011 19468790, www.flyexperience.it.

Riuscirete a evadere?
È dedicato ai bambini appena un po’ grandicelli il gioco più in voga dell’estate: l’escape room. Si entra in una stanza semibuia e, chiusa la porta, si ha un’ora esatta di tempo per risolvere i quiz che, uno dopo l’altro, permetteranno ai prigionieri di scappare. “Intrappola.TO” si trova a Torino e a Milano e sta avendo un successo di pubblico eccezionale. Dopo la prenotazione online si riceve via mail il primo quiz con il quale si scoprono i codici di accesso. Siate puntualissimi davanti alla porta d’ingresso, perché dal momento in cui vi dicono di entrare il contatore inizia la sua corsa all’indietro e allo scadere dell’ora… o sarete liberi o verrete portati al patibolo! A metà tra una caccia al tesoro, un gioco di ruolo dal vivo e una scena da film, Intrappola.TO è un’esperienza immersiva, un po’ inquietante, appassionante e assolutamente divertente. Si gioca in squadra, da due a sei giocatori. Non servono forza e agilità, solo cervello e riflessi pronti per risolvere gli enigmi e i giochi di logica e osservazione. Anche se inizialmente può mettere un po’ paura, è adatto dai 6 ai 99 anni e, a meno che siate nel 2% dei cervelloni che riescono a evadere al primo colpo, al termine della partita avrete in testa un solo desiderio: ritornare! Le prenotazioni si fanno direttamente sul sito www.intrappola.to.

[Luisa Tatoni, Renato Rolando, Alessandra Zanotti, Augusta Zanetto]

Iscriviti alla newsletter

X