60 minuti di attività motoria, anche in quarantena

Il Ministero della Salute suggerisce almeno 60 minuti di attività motoria ogni giorno. Ma in quarantena, tra compiti, lavoretti e TV, rischiamo di dimenticare

I bambini dovrebbero svolgere almeno 60 minuti di attività motoria di intensità moderata-vigorosa ogni giorno, integrata ad attività fisica in grado di rafforzare scheletro e muscolatura almeno tre volte alla settimana. Sono queste le indicazioni del Ministero della Salute.

Ma in un periodo di quarantena mantenere questo stile di vita non è semplice e spesso passa in secondo piano. I parchi e le palestre sono inaccessibili e lo spazio concesso per l’attività sportiva è molto limitato.

Non dimentichiamo però che la riduzione del tempo all’aria aperta e dell’attività fisica rischia di indebolire il sistema immunitario di adulti e bambini: un motivo valido per mettere lo sport come priorità, o almeno allo stesso livello si studio e compiti. 

Programmare l’attività motoria in quarantena

Non lasciamo che si riduca a un’iniziativa sporadica e casuale. Inseriamo nel piano della giornata da quarantena, in orari precisi, sia al mattino che al pomeriggio un pò di attività motoria. Possiamo inserire nel programma 30 minuti di attività la mattina prima dei compiti e altri 30 minuti a metà pomeriggio. 

Possiamo variare a seconda degli interessi e del materiale che si ha a casa. Grazie alla rete, possiamo trovare bellissimi canali di babydance, yoga bimbi, esercizi, Zumba o ballo. 

Per attività fisica si intende gioco, esercizio fisico strutturato, sport e, non dimentichiamolo, anche attività quotidiane come le pulizie di casa (della propria cameretta, ad esempio!).

Terrazza, giardino, cortile

Se abbiamo uno spazio fuori, usiamolo il più possibile. Anche il cortile o lo spazio comune del palazzo, con i dovuti accorgimenti ovviamente. Costruiamo un percorso a ostacoli oppure un canestro. All’aperto le possibilità sono infinite e il tempo trascorso all’aria aperta non è mai troppo. Anche se fa freddo, si può uscire, basta vestirsi adeguatamente.

Giochi semplici da fare in casa

I piccoli si divertono anche con attività semplici. Possiamo costruire un gioco dell’oca che prevedere in ogni casella un esercizio o una posizione di yoga. Un esempio è quello del gioco dell’Happ Yoga della Fabbrica dei segni.

Qualche suggerimento arriva anche dall’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù di Roma, che  suggerisce nel proprio sito web 10 esercizi da fare a casa con i bambini ai tempi del Coronavirus : attività che mettono in azione tutta la muscolatura del bambino, allenano l’equilibrio e la coordinazione, ma soprattutto vincono la noia e sviluppano la fantasia.

Tra i vari suggerisce il gioco dei coccodrilli, saltare tra gli scogli, lo specchio, gli animali della foresta e tanti altri, oltre a un video con 3 esercizi da fare:

 

Leggi anche –> Family Time: il picco energetico e la lumaca che c’è in me

Iscriviti alla newsletter

X