Le bottiglie sensoriali, per stimolare la curiosità

Le bottiglie sensoriali aiutano il bambino a sviluppare i sensi in modo armonioso e giocoso. Bastano pochi materiali per avvicinare i piccoli alla curiosità e all’esplorazione

Non serve spendere una fortuna: per realizzare una Sensory bottles, o bottiglie sensoriali, basta pochi materiali a disposizione.

Secondo il metodo Montessori, gli oggetti devono essere veicolo di curiosità, conoscenza e scoperta.

Le bottiglie sensoriali sono bottiglie di plastica trasparenti che contengono oggetti o materiali da noi scelti, in grado di stimolare i sensi, la vista e l’udito, già a partire dai 6 mesi di età.

Le più belle sono di sicuro le Discovery bottle, ovvero le bottiglie della scoperta: sono quelle che nascondono oggetti che compaiono grazie alla rotazione sviluppando la vista ed esercitando alla scoperta. 

bottiglie sensoriali

Come preparare le bottiglie sensoriali

Piccoli, anzi minuscoli, oggettini: menetine, bottoni, micropupazzetti o quello che trovate abbandonato nei cassetti. Ma benvengano anche gli elementi naturali, come pezzetti, di legno o figlia, conchiglie o sassolini.

Brillantini, quadratini di plastica colorati oppure palline che possono simulare il tempo atmosferico. 

Riempire la bottiglia con acqua calda e 2/3 cucchiai di colla glitter.  In alternativa potete usare il detersivo per piatti, ma trasparente. Il colore più rilassante in assoluto e più adatto all’ambiente della bottiglia – che richiama quello marino – è sicuramente l’azzurro: quindi usate una punta di colorante.

Una raccomandazione: incollate sempre il tappo per evitare incidenti!

Ecco qualche esempio bellissimo da imitare:

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

Leggi anche –> Mosaico con legumi, riso e zuccherini

Iscriviti alla newsletter

X