Le regole del parco giochi

Il parco giochi è fatto per scatenare le energie dei piccoli, non i nervosismi dei genitori. Ecco le regole per un uso dolce, felice e pacifico

Rispettare i turni per salire sulle altalene o sullo scivolo, non rimanere troppo tempo sullo stesso gioco, non gettare i rifiuti a terra. Questi sono solo alcuni dei comportamenti che i bambini dovrebbero abituarsi a rispettare quando giocano ai giardinetti.
Le regole del parco giochi sono importanti, non neghiamolo, per una compresenza pacifica con gli altri bambini e i loro genitori, per la sicurezza dei bimbi. E anche per permettere a tutti di divertirsi.

Le regole del parco giochi

Se persino uno degli episodi del cartone animato di Peppa Pig racconta quanto sia pericoloso non rispettare i turni dei giochi, vuol proprio dire che le regole del parco giochi sono diventate indispensabili. Le conoscete? Ecco alcune indicazioni, per molti sicuramente scontate, ma per altri decisamente da ripassare!

Niente bicicletta nell’area giochi

Quante volte vi è capitato di vedere bambini correre sulle bici al parco, talmente veloci da rischiare di farsi male o investire qualcuno? La bicicletta e il monopattino sono due veicoli con i quali i bambini adorano giocare. Ma lo sapevate che, soprattutto nell’area giochi, (dove ci sono scivoli, altalene e tanti bambini) è vietato andare in bicicletta? Non prendetela come una cattiveria. E’ per la sicurezza di tutti.

Rispettare i turni

Per salire sull’altalena, sullo scivolo e su ogni altro gioco si deve rispettare l’ordine di arrivo. I bambini piccoli non hanno la precedenza. Farli passare avanti può essere una gentilezza concessa da un bambino più grande, ma non è un obbligo, non pretendetelo. Anche perché, se tutti rispettassero la regola successiva, non ci sarebbe bisogno di fare i turni.

Non utilizzare i giochi per troppo tempo

È vero, non esiste una regola scritta, ma in questi casi si tratta di buon senso. Tutti i bambini hanno diritto di utilizzare i giochi. Per questo, soprattutto quando ci sono molti bambini ad aspettare, dovremmo insegnare ai nostri figli che il tempo che hanno a disposizione per usare i giochi è limitato. Se vogliono tornare sull’altalena o rifare lo scivolo possono, ma insegnategli a rifare la fila.

Vietato salire al contrario sullo scivolo

Salire sullo scivolo al contrario è pericoloso e diseducativo per i bimbi più piccoli.
Anche in questo caso non si tratta di una regola stabilita da chissà quale codice, ma di buon senso. L’istinto dei bambini di fare giochi un po’ spericolati è normale, ma ci sono posti più adatti. Per soddisfare i bambini più attivi e intrepidi possiamo scegliere un parco avventura, dal Piemonte alla Calabria, ce ne sono tantissimi in tutta Italia.

Non mangiare o bere sui giochi

Anche in questo caso si tratta di buon senso.
Arrampicarsi o anche solo dondolare su un gioco mentre si beve o mangia può essere molto pericoloso. Nelle aree gioco in cui ci sono molti bambini è consigliabile che i piccoli facciano merenda seduti su una panchina, proprio per evitare qualsiasi inconveniente.

Vietato danneggiare il verde e le attrezzature

Ok, questo “ça va sans dire”. Non si devono rovinare le piante, i giochi, le panchine. Nemmeno i cestini dei rifiuti. Non è solo una regola del parco giochi, è proprio una regola di vita: il bene pubblico è importante! Insegnamolo ai bambini e lodiamo la loro buona educazione e quella degli amichetti che si prendono cura dell’ambiente quando raccolgono una bottiglietta d’acqua dimenticata.

Zitti zitti, piano piano

Siamo al parco e al parco è giusto scatenarsi allegramente. Ma c’è un limite all’esuberanza. Un gridolino di gioia ci sta, mentre fare giochi che possano disturbare le altre persone non va bene.  E’ una delle regole del parco giochi comune anche al bon ton della spiaggia. Pensa sempre ai tuoi vicini di ombrellone! I nostri cucciolotti non sono autorizzati a fare tutto solo perché sono delle adorabili piccole pesti. Quando esagerano con schiamazzi e monellerie, è bene richiamarli sobriamente (ma con determinazione). Anche per evitare discussioni con gli altri frequentatori del parco.

La fontanella: amore-odio

Alla fontanella si va per bere. Nelle belle giornate a riempire il secchiello per bagnare la sabbia. Per riempire la bottiglietta. Vietato, vietatissimo schizzare gli altri bambini. E anche qui, vale il discorso dei turni. 

Vietato fumare

Quante volte vi è capitato di vedere una cicca nel parco? Adulti, tocca a noi dare l’esempio. Fumare al parco non è solo un atteggiamento maleducato, è un’infrazione passibile di multa. Non facciamolo, ne va della salute dei bambini e anche dei nostri polmoni. 

Educare i bambini alla bellezza di seguire regole giuste e condivise è utile alla loro crescita e alla società. Passare ore spensierate al parco giochi dipende da tutti noi. Via libera al divertimento, ma con un po’ di attenzione alle regole del parco giochi.

Iscriviti alla newsletter

X