Orti buoni puliti e giusti in Africa

Garantire alle comunità cibo fresco e sano, valorizzando la terra e la cultura di 25 paesi africani. Il progetto è iniziato come “Mille orti in Africa”; ma nel frattempo sono diventati diecimila gli orti da realizzare nel continente, con la forza dirompente che hanno le iniziative belle e buone. Il progetto è stato lanciato nel 2010 in occasione del Salone del Gusto e Terra Madre: presto sono nati gruppi nazionali che hanno coordinato sul campo il lavoro e contemporaneamente avviate le raccolte fondi. L’obiettivo dei mille orti è stato superato all’inizio del 2014 e ora si punta a un numero ancora più ambizioso. 10.000 è una cifra importante che simbolizza l’impegno di Slow Food in Africa: la promozione del consumo locale, l’educazione nelle scuole, la valorizzazione della biodiversità e delle gastronomie locali, la sensibilizzazione su temi cruciali come OGM e land grabbing (l’accaparramento delle terre coltivabili vendute senza il consenso delle comunità locali).

Dieci le caratteristiche comuni agli orti Slow Food: sono realizzati da una comunità e ne valorizzano le capacità di ogni membro. Si basano sull’osservazione del terreno ma anche delle varietà vegetali più adatte e delle fonti d’acqua. Non hanno bisogno di grandi spazi. Ospitano la biodiversità locale. Producono i loro semi, evitandone l’acquisto nel futuro. Sono coltivati con metodi sostenibili e il più possibile naturali. Preservano l’acqua con tecniche di raccolta dell’acqua piovana o tecniche di riduzione dei consumi. Sono aule all’aria aperta perché diffondono la conoscenza delle specie autoctone, promuovono una dieta sana e valorizzano il mestiere del contadino. Ma oltre a essere utili sono anche divertenti, perché attorno agli orti si creano momenti di socializzazione, gioco, feste.
Infine, sono in rete: gli orti vicini si scambiano semi, quelli lontani informazioni. Gli orti scolastici occidentali raccolgono fondi per quelli africani in un verde circolo virtuoso. In Italia sono oltre 400 gli orti realizzati nelle scuole che condividono con quelli africani l’obiettivo di riprendere il contatto con la terra imparando a conoscerla e coltivarla in modo responsabile. Per sostenere il progetto è possibile adottare un orto: www.fondazioneslowfood.it/milleorti

Salone del Gusto e Terra Madre 2014
Tutti a bordo dell’Arca del Gusto… torna questo autunno l’appuntamento più amato dagli amanti del buon cibo, dell’ambiente e della sostenibilità a tutto tondo. Il Salone Internazionale del Gusto sarà a Torino dal 23 al 27 ottobre. Tanti gli appuntamenti e i laboratori per i bambini e le famiglie. Per maggiori informazioni: www.salonedelgusto.it

Iscriviti alla newsletter

X